Efficacia delega assemblea condominiale: riconvocazione assemblea per difetto di convocazione precedente





Essendo stata annullata un'assemblea condominiale prevista per il 13 maggio 2013 per difetto di convocazione ed essendo stata riconvocata per il 12 luglio 2013, le deleghe rilasciate per la prima assemblea sono ancora valide per la seconda, non essendo cambiato l'ordine del giorno? In tal caso, se fossero non valide, la nuova assemblea può essere impugnata?Grazie



RISPOSTA



Le deleghe rilasciate per la prima assemblea non sono valide per la seconda, in quanto la delega per assemblea condominiale è rilasciata, secondo le norme sul rapporto giuridico di mandato, in relazione ad una data precisa di prima convocazione ed eventualmente ad una data di seconda convocazione dell'assemblea.

Ecco un modello di delega condominiale.

DELEGA PER ASSEMBLEA CONDOMINIALE

Condominio:
___________________________________________________________

Assemblea condominiale da tenersi in 1a convocazione il ___/____/____ alle ore __:__ presso________________________________________________________________ , ed in eventuale 2a convocazione il ___/____/____ alle ore __:__ , presso________________________________________________________________

Il/la sottoscritto/a _______________________________________________________ quale proprietario dell’ appartamento – ufficio – negozio – altro, sito al piano ____ interno ____

DELEGA

Il/la Sig./Sig.ra ________________________________________________________ a prendere parte in sua vece all’assemblea condominiale, attribuendogli potere decisionale nonchè di voto, per entrambe le convocazioni.

Data e Luogo

Firma

In data 12 luglio 2013, non si è tenuta l'assemblea in seconda convocazione, ma una “nuova” prima convocazione in ragione di un precedente difetto di convocazione.
Questa circostanza priva di efficacia la delega che è rilasciata in ragione

a)di un particolare ordine del giorno
b)di una data ben precisa e determinata per la prima e l'eventuale seconda convocazione.

Il verbale dell'assemblea condominiale può essere impugnato ma … attenzione a quanto previsto dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione.
La suprema Corte prevede che “in difetto di norme particolari, i rapporti tra il rappresentante intervenuto in assemblea ed il condomino rappresentato, sono disciplinati dalle regole del mandato, con la conseguenza che solo il condomino delegante è legittimato a far valere gli eventuali vizi della delega, impugnando il verbale con ricorso al tribunale civile. (sentenza Cassazione civile, sez. II, 26 aprile 1994, n. 3952).

Tanto premesso, soltanto il condomino delegante potrebbe impugnare il verbale contestato, in ragione della carenza di efficacia della delega.

Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.