Ripartizione spese tra condomini per messa a norma canne fumarie del condominio





Buongiorno. L'assemblea del condominio dove risiedo dovrà ridiscutere una delibera riguardo la messa a norma delle canne fumarie. Infatti, vista la necessità di mettere a norma una situazione di materiali vetusti (e pertanto non a norma) sono stati presentati diversi preventivi tra i quali il più economico è risultato quello relativo alla sostituzione delle caldaie di 10 condomini per poter evitare di intervenire sulle canne fumarie, intubando invece lo scarico di caldaie cosiddette "turbo".
A questo punto la mia domanda è duplice : essendo una situazione di messa a norma che riguarda tutto il condominio, è corretto che le spese relative alla sostituzione ricadano solo su chi deve sostituire le caldaie o andrebbero comunque ripartite tra tutti i condomini? Nel caso che la precedente decisione sia corretta, chi deve decidere sull'assegnazione dell'appalto (fornitore)? Tutti i condomini o solo quelli interessati alla spesa?
Grazie per l'attenzione. Cordiali saluti



RISPOSTA



L'onere della spesa deve essere ripartito tra tutti i condomini ai sensi dell'articolo 1123 I comma del codice civile, in quanto trattasi di spese relative alla conservazione e godimento delle parti comuni dell'edificio condominiale. Abbiamo un precedente in giurisprudenza, applicabile in via analogica: sentenza del tribunale di Bari n. 2837 del 2010. Il tribunale di Bari afferma che “le spese relative all'adeguamento dell'impianto elettrico alla normativa prevista dalla L. 46/90 vadano ripartite a norma del primo comma dell'art. 1123 del codice civile, trattandosi di spese relative alla conservazione e godimento delle parti comuni, con la conseguenza che le stesse devono essere sostenute dai singoli condomini in misura proporzionale al valore di proprietà di ciascuno. Il principio previsto dall'art. 1123, primo comma, del codice civile è derogabile soltanto in presenza di accordo tra tutti i condomini.

L'individuazione dell'appaltatore, in ragione dei preventivi pervenuti, è di competenza di tutti i condomini, con delibera dell'assemblea condominiale.
Ai sensi dell'articolo 1120 del codice civile, sono di competenza dell'assemblea condominiale “le opere e gli interventi volti a migliorare la sicurezza e la salubrita' degli edifici e degli impianti”.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.