Danni da infiltrazioni al seminterrato causati dalle radici delle piante della vicina





Abito in un seminterrato. Trattasi di condominio minimo formato da due condomini.

L'alloggio della vicina sopra di me occupa quasi per intero il perimetro della mia proprietà. L'ultima mia stanza risulta in corrispondenza del terrazzo della mia vicina. Quindi al di fuori dalle mura dell'alloggio ed all'aperto.
Il terrazzo è circondato da aiuole ed è all'interno del suo giardino privato.

Da un pò di tempo ho iniziato ad avere delle infiltrazioni d'acqua piovana.
Col passare del tempo la situazione è peggiorata. Le infiltrazioni sono sempre maggiori. Il danno è stato causato sicuramente dalle radici delle piante presenti nella aiuole,
che sono cresciute sotto l'impermeabilizzazione, danneggiandola.

Parlando con la vicina lei sarebbe disposta a rifare la terrazza e l'impermeabilizzazione.
Però dice anche che io devo partecipare alla spesa sostenendo che la sua terrazza risulta come il mio tetto.
Prima (avendo lei contattato un architetto) mi ha detto che a lei sarebbe toccato un 75% della spesa ed a me il restante 25%. Ultimamente mi ha detto 50% lei e 50% io.

Ora mi chiedo è giusto che io della pagare una parte di questo lavoro?
Io sapevo che il tetto della casa, qualora riportasse dei danni, sarebbe in comune. Il suo terrazzo è ad uso esclusivo, accessibile solo a lei ed in un giardino privato. Non ha un obbligo di custodia per questo terrazzo?

Oltretutto il danno è stato causato dalle sue aiuole e dalle sue piante.

Potreste aiutarmi a capire per legge, magari con un articolo di legge che possa mostrargli, cosa spetta a lei e cosa a me?

Grazie

 

RISPOSTA



La tua vicina si appella, “parzialmente”, agli articoli del codice civile 1125 e 1126. In particolare, l'articolo 1125 del codice civile prevede che le spese per la ricostruzione di un soffitto (oltre che delle volte e dei solai … ), debbano essere ripartite 50% e 50% tra i due condomini interessati.

Art. 1125 del codice civile. Manutenzione e ricostruzione dei soffitti, delle volte e dei solai.
Le spese per la manutenzione e ricostruzione dei soffitti, delle volte e dei solai sono sostenute in parti eguali dai proprietari dei due piani l'uno all'altro sovrastanti, restando a carico del proprietario del piano superiore la copertura del pavimento e a carico del proprietario del piano inferiore l'intonaco, la tinta e la decorazione del soffitto.

Vi è poi l'articolo 1126 del codice civile, in materia di lastrico ad uso esclusivo. Tuttavia, in questo caso, non possiamo certamente parlare di lastrico solare … visto che si tratta di una terrazza a livello del piano terra con funzione di copertura del seminterrato …
La norma di legge non risulta pertanto applicabile al caso "de quo".

Art. 1126 del codice civile. Lastrici solari di uso esclusivo.
Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico; gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

Normalmente, relativamente ad una fattispecie come questa, dovrebbe applicarsi l'articolo 1125 del codice civile, se non fosse che in questo caso il danno è stato causato proprio dall'incuria della vicina che non si è resa conto, sin dall'inizio, delle perniciose conseguenze dell'allungamento delle radici delle piante del suo terrazzo, verso il seminterrato dell'altro condomino ! Si applica quindi, al caso “de quo”, l'articolo 2051 del codice civile:

Art. 2051 del codice civile. Danno cagionato da cosa in custodia.
Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Trattandosi di un danno ingiusto alla proprietà del vicin, ai sensi dell'articolo 2043 del codice civile, essendosi configurata una responsabilità extracontrattuale in capo alla vicina, la stessa dovrà risarcire interamente il danno causato, relativo alle infiltrazioni ed all'umidità nel seminterrato.

Si applicherebbe l'articolo 1125 del codice civile, se non fosse che è sorta una responsabilità da danno ingiusto (artt. 2051 e 2043 del codice civile) in capo alla tua vicina.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Spostamento centrale termica condominiale sul tetto

Spostamento centrale termica condominiale sul tetto Oggetto: sostituzione centrale termica Il nostro condominio è composto di 80 condomini, dotato di Regolamento di Condominio Contrattuale. Le caldaie...