Mobilità intercompartimentale presso ente pubblico





Vorrei conoscere quale dovrebbe essere l'inquadramento per un passaggio intercompartimentale tra Regione Puglia ed Ente pubblico non economico. In Regione Puglia ero inquadrato nell'anno 2008 con profilo giuridico D1 profilo economico D5 quale collocazione dovrebbe essere la più corretta presso un Ente pubblico non economico. A dicembre 2009 sono transitato presso un Ente Parco con mobilità intercompartimentale volontaria, ma l'inquadramento riconosciuto non mi pare corretto. Mi sapete dare informazioni a riguardo. Cordiali saluti



RISPOSTA



Dovresti essere inquadrato giuridicamente ed economicamente come funzionario di grado più elevato.
Dovresti ?! Ti spiegherò perché non ho scritto DEVI …
Ho esaminato lo statuto dell'ente parco, in particolare l'articolo 28 e l'articolo 29. Un dipendente pubblico con profilo giuridico D1 profilo economico D4, può svolgere funzioni di capo area e può eccezionalmente sostituire il dirigente, essendo un funzionario apicale.
Esattamente come il funzionario di grado più elevato di cui al comma 1 dell'articolo 28 dello Statuto del parco.
L'ultimo comma dell'articolo 28 prevede tuttavia che si può essere inquadrati come funzionari apicali, nei limiti dei posti disponibili in pianta organica dell'ente parco. La pianta organica dell'ente parco è deliberata ai sensi dell'articolo 29 dello statuto.

Articolo 28 – Personale

1. Il personale dell'Ente Parco è quello previsto dalla dotazione organica regolarmente approvata, ed assegnato agli uffici o servizi competenti per settori omogenei a cui sono preposti funzionari che rispondono direttamente al Direttore: in tale ambito le funzioni di vice-direzione sono affidate al funzionario di grado più elevato.
Il personale dipendente di altre Amministrazioni pubbliche, comandato presso l’Ente Parco e che svolga funzioni indispensabili all’ordinaria gestione dell’Ente Parco, è inserito a domanda nei ruoli organici dell’Ente Medesimo, nei limiti dei posti disponibili in pianta organica, ai sensi dell’art. 2, comma 20 della legge 9 dicembre 1998, n. 426.


Art. 29 - Pianta Organica

l. La Pianta Organica dell'Ente Parco è deliberata dal Consiglio Direttivo ed è sottoposta al Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che l'approva d'intesa con il Ministro dell’Economia e Finanze e con il Ministro della Funzione Pubblica.
2. La Pianta Organica è commisurata alle risorse finalizzate alle spese per il personale assegnate all'Ente Parco.


Tanto premesso, prima di presentare ricorso al tribunale del lavoro per ottenere un corretto inquadramento giuridico ed economico, ti consiglio di controllare se in dotazione organica vi sono posti vacanti come funzionario apicale dell'ente parco.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.