Schema transazione buona uscita colf assunta in modo occasionale





Abbiamo avuto per un po' di anni una persona che saltuariamente veniva a fare le pulizie in casa, veniva un paio di volte al mese per circa 2 ore a volta. Abbiamo chiesto se voleva essere messa in regola ma non ha mai voluto, ci diceva che preferiva avere tutto piuttosto che i versamenti contributivi. Ora ci viene a chiedere una buonuscita di 3000 euro, abbiamo patteggiato per 500 euro ma volevamo tutelarci preparando una lettera da fargli firmare in cui si attesti che oltre a questa buonuscita lei non debba avere niente altro a pretendere, chiaramente le scrivo per capire come impostare questo scritto. Grazie per ora e a presto.



RISPOSTA





ATTO DI TRANSAZIONE AI SENSI DELL'ARTICOLO 1965 DEL CODICE CIVILE

TRA


Il sig. __________, (Codice Fiscale: ___________ ), nato a ____ il _______,residente in_________ alla via __________ n.__

E

La sig. ra ______________ , (Codice Fiscale: ___________ ), nata a ____ il _______,residente in_________ alla via __________ n.__

Le parti premettono che:

La signora Tizia, senza che ciò abbia comportato il sorgere di un sinallagma contrattuale relativo ad uno specifico rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato, ha fornito in totale autonomia, negli ultimi otto anni, prestazioni relative alla pulizia dell'appartamento di proprietà della famiglia Sempronio.

La signora Tizia, in ragione delle sue prestazioni autonome ed occasionali, è stata sempre regolarmente retribuita dalla famiglia Sempronio. La signora non ha mai emesso notula relativa ai compensi percepiti, né ha mai chiesto il pagamento di contributi previdenziali ed assistenziali. La signora Tizia non intende chiedere né adesso né in futuro il pagamento di contributi previdenziali ed assistenziali.

Dal mese di _______________ 2017, la signora Tizia non è più disponibile a fornire le sue autonome ed occasionali prestazioni relative alla pulizia dell'appartamento di proprietà della famiglia Sempronio. Di conseguenza, la signora Tizia, nonostante l'autonomia ed occasionalità del suo rapporto di lavoro, ha chiesto alla famiglia Sempronio, una somma a titolo di buona uscita pari a xxxx euro.

Il sig. Mevio, al solo fine di evitare un contenzioso con la signora Tizia, è disponibile a riconoscere alla stessa, la somma di xxxx euro, onde concludere una potenziale vertenza con il presente atto di transazione.

Ciò premesso, a tacitazione di ogni lite insorta e/o insorgenda sulla questione di cui alla premessa, le parti come in epigrafe indicate

CONVENGONO E STAUTISCONO

Mevio versa a Tizia la somma di xxxx euro, con assegno circolare numero xxxxxxx, a titolo di buona uscita, al solo fine di evitare un contenzioso, senza che la presente transazione comporti riconoscimento della sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato ovvero l'accettazione di ulteriori pretese economiche da parte della signora Tizia.

La signora Tizia accetta la somma di xxxx euro, dichiarando di non avere null'altro a che pretendere da Mevio e dalla sua famiglia, onde concludere la vertenza de quo con il presente atto di transazione.

Luogo, _____________

La parte __________ La parte __________

 

Articoli correlati