Acquisto auto da parte dell’invalido delegando il figlio





Buongiorno. Avrei intenzione di acquistare una autovettura intestandola a mia madre, che possiede una invalidità civile permanente. La vettura ci consentirebbe di portarla in giro agevolmente ed, intestandola a lei, si potrebbero ottenere i benefici fiscali (detrazione e IVA ridotta).Dal momento che mia madre ha molte difficoltà a muoversi e a firmare, volevo sapere se è possibile (e se sì, in che modo) fare una procura notarile al sottoscritto che mi permetta di firmare al posto di mia madre, rendendo comunque lei proprietaria del veicolo. Se la cosa è possibile, avendo io un fratello, deve essere coinvolto anche lui nella procura oppure posso farla io in maniera autonoma?



RISPOSTA



Innanzitutto cominciamo col dire che non siete tenuti a coinvolgere tuo fratello, né lo stesso potrebbe rivendicare qualcosa in futuro, riguardo tale autovettura. Puoi adempiere alle pratiche direttamente tu, senza coinvolgere tuo fratello.
Vorrei fare una precisazione davvero molto importante.
Quando si vende un 'autovettura o una moto, l'unica firma che viene autenticata è quella del venditore, mai quella del compratore.
A conferma di quello che ho appena scritto, puoi leggere quanto riportato sul sito web dell'ACI.

Quando si acquista un veicolo usato si deve autenticare la firma del venditore sull'atto di vendita e entro sessanta giorni dall'autentica bisogna registrare il passaggio di proprietà all'ufficio provinciale dell'ACI - Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà (CdP) aggiornato, e richiedere l'aggiornamento della carta di circolazione all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).
La mancata richiesta di aggiornamento del CdP e della carta di circolazione determina l'applicazione, in caso di controllo su strada, di sanzioni monetarie oltre al ritiro della carta di circolazione ai sensi dell'art. 94 del Codice della Strada.

Detto ciò, tua madre può firmare la documentazione necessaria anche a casa sua, senza necessità di rivolgersi ad un notaio, ovvero di andare presso il Comune, per far autenticare la firma della delega dal funzionario compentente.

In seguito, la registrazione del C.d.P. che attesta l'acquisto dell'auto, presso il PRA o presso la Motorizzazione, potrai farla anche tu con una semplice delega di tua madre, con scrittura privata non autenticata (in allegato copia della carta d'identità della mamma).

Se poi, per tuoi motivi personali, vuoi procedere con una procura notarile, all'acquisto dell'auto, devi rivolgerti ad un notaio per l'autenticazione della firma della delega (il notaio si recherà presso l'abitazione della mamma).

La procura a comprare, essendo un atto pubblico, abbisogna dell'autenticazione della firma dell'acquirente di fronte al notaio.

Nella procura vanno inseriti:

ñ i dati del firmatario del documento, quindi nome e cognome, luogo e data di nascita, indirizzo, e l'indicazione di un documento di identità valido,
ñ i dati del procuratore (colui che riceve l'incarico), quindi nome e cognome, luogo e data di nascita, indirizzo
ñ le funzioni che il procuratore dovrà svolgere (in questo caso acquisto dell'autoveicolo)
ñ l'indicazione dei dati del veicolo da vendere, quindi marca e modello e targa.

Il costo previsto per il notaio varia dai 50 ai 100 Euro circa.

Ripeto, non è necessaria una procura notarile con atto pubblico, in caso di acquisto dell'auto. L'unica firma da autenticare è quella del VENDITORE !!!

Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.