Non è possibile chiedere la risoluzione del contratto di vendita, trascorso un anno dal ricevimento delle merce





Abbiamo consegnato e fatturato nel novembre 2009 una trattrice agricola ad un concessionario, il quale ad oggi risulta inadempiente per il pagamento di 1/3 del valore di vendita stabilito (dopo aver respinto tutte le ricevute bancarie, ha effettuato alcuni bonifici nei mesi successivi a copertura parziale del debito). Al nostro ultimo sollecito di pagamento il concessionario ha risposto con lettera raccomandata datata 01/12/2010 (quindi dopo oltre 12 mesi dal ricevimento merce) chiedendo la risoluzione del contratto per merce non conforme. Prima di tale data, nulla ci era stato segnalato. Il concessionario ha diritto di chiedere la risoluzione del contratto trascorsi 12 mesi e 1/2 dal ricevimento della merce?
Distinti saluti.



RISPOSTA



L'azione giudiziale per chiedere la risoluzione del contratto, a causa della mancanza di qualità dei beni ceduti ovvero dei vizi del bene, oggetto della vendita, si prescrive, in ogni caso, dopo un anno dalla consegna del bene. L'acquirente inoltre, avrebbe dovuto segnalare al venditore, i vizi o la mancanza di qualità del bene, entro 8 giorni dalla scoperta. Leggiamo l'articolo 1495 del codice civile.

Art. 1495 del codice civile. Termini e condizioni per l'azione.

Il compratore decade dal diritto alla garanzia , se non denunzia i vizi al venditore entro otto giorni dalla scoperta, salvo il diverso termine stabilito dalle parti o dalla legge.
La denunzia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del vizio o l'ha occultato.
L'azione si prescrive , in ogni caso, in un anno dalla consegna; ma il compratore che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, può sempre far valere la garanzia, purché il vizio della cosa sia stato denunziato entro otto giorni dalla scoperta e prima del decorso dell'anno dalla consegna.


Tanto premesso, la risoluzione del contratto non può più essere chiesta e l'acquirente deve pagare il corrispettivo di vendita per intero. Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti. Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati