Committente persona fisica non risponde in caso di incidente occorso all'appaltatore o al dipendente dell'appaltatore





Avvocato, una ditta iscritta alla Camera di Commercio è chiamata da un proprietario a fare dei lavori in casa. Tipo giardinaggio, idraulica, elettricità, per poche ore.
1 - Succede un incidente al titolare della ditta, o ad un suo collaboratore, quali responsabilità per il proprietario di casa?
2 - E se il danneggiato che lavora per la ditta è in nero? Se trattasi di lavori edili di una certa importanza che richiedono diverse giornate di lavoro è diverso? Mi dicono che il committente è sempre co-responsabile.

RISPOSTA



1 - Un attimo la ditta è stata chiamata in base a quale titolo ?
Come rapporto di lavoro subordinato? Immagino di no! Come prestazione professionale autonoma imprenditoriale? Immagino di sì.
In tal caso, non potrebbero sorgere responsabilità civili o penali in capo al proprietario di casa, per il semplice fatto di essere il proprietario di casa e di avere commissionato alcuni lavori.

2 - L'articolo 29, comma 2, del Dlgs 10 settembre 2003, n. 276 (legge Biagi), come modificato successivamente dal legislatore, stabilisce che in caso di appalto di opere o di servizi, il “committente imprenditore o datore di lavoro” è obbligato in solido con l'appaltatore, nonché con ciascuno degli eventuali ulteriori subappaltatori entro il limite di due anni dalla cessazione dell'appalto, a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi e i contributi previdenziali.
Di seguito l'articolo 21 del decreto legge n. 5 del 2012, modificato dal successivo Decreto-Legge n. 35 convertito con modificazioni dalla L. 4 aprile 2012, n. 35, che ha novellato la legge Biagi, ossia l'articolo 29, comma 2, del Dlgs 10 settembre 2003, n. 276

Art. 21 del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5 Responsabilità solidale negli appalti (modificato dal Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 4 aprile 2012, n. 35)
1. L'articolo 29, comma 2, del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e' sostituito dal seguente: ”2. In caso di appalto di opere o di servizi, il committente imprenditore o datore di lavoro e' obbligato in solido con l'appaltatore, nonche' con ciascuno degli eventuali subappaltatori entro il limite di due anni dalla cessazione dell'appalto, a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi, comprese le quote di trattamento di fine rapporto, nonche' i contributi previdenziali e i premi assicurativi dovuti in relazione al periodo di esecuzione del contratto di appalto, restando escluso qualsiasi obbligo per le sanzioni civili di cui risponde solo il responsabile dell'inadempimento".

Attenzione, la responsabilità solidale del committente di cui alla norma precedente, si applica al committente imprenditore o datore di lavoro, ma non si applica al committente-persona fisica!
Questa norma non si applica al caso “de quo”, poiché tu non sei un imprenditore, ma una persona fisica proprietaria di casa!

Nel tuo caso, si applica soltanto l'articolo 1676 del codice civile: «coloro, che alle dipendenze dell'appaltatore, hanno dato la loro attività per eseguire l'opera o per prestare il servizio, possono proporre azione diretta contro il committente per conseguire quanto è loro dovuto, fino alla concorrenza del debito che quest'ultimo ha verso l'appaltatore nel tempo in cui essi propongono la domanda».

Il dipendente dell'appaltatore può proporre azione diretta contro il committente, fino alla concorrenza del debito che il committente ha nei confronti dell'appaltatore, al momento della proposizione della domanda. In concreto, anziché pagare l'appaltatore ... pagheresti il dipendente dell'appaltatore!

Non risponderai delle eventuali sanzioni per il lavoro in nero.

In sintesi!
Il committente è sempre corresponsabile con l'appaltatore, nei limiti di cui alla norme suddette, a patto che si tratti di un committente imprenditore o datore di lavoro e non di un committente persona fisica, che commissiona lavori per la sua abitazione, come nel tuo caso.

E' irrilevante la durata dal lavori potrebbero durare due giorni come due settimane!
Rileva invece lo status del committente: committente imprenditore oppure committente persona fisica?

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati