Cancellare protesto assegno bancario scoperto, riabilitazione istanza tribunale





Gentile avvocato, circa cinque anni fa ho emesso un assegno bancario per 2.500 euro, senza che in banca ci fosse la copertura. Si è trattato di un equivoco, un errore in buona fede, ma sono stato protestato e le conseguenze sono state terribili. Adesso ho necessità di cancellare il protesto e di essere riabilitato per ottenere un piccolo finanziamento per acquistare l'auto.
Cosa devo fare per cancellare il protesto, relativo all'emissione di assegno bancario scoperto.



RISPOSTA



Qual è la procedura da seguire per cancellare un protesto ?
Innanzitutto devi richiedere l'estratto di repertorio al notaio che ha elevato il protesto, per quanto riguarda l'assegno protestato. In mancanza del titolo, in caso di assegno, lo si può richiede in fotocopia alla banca che ha provveduto all'incasso dello stesso oppure si può richiedere una copia alla prefettura che ha emesso la sanzione amministrativa.
Ottenuti tali documenti occorre avviare l'iter presso il Tribunale competente e presso la C.C.I.A.A competente per territorio. E' possibile infatti cancellare definitivamente il protesto, solo dopo aver ottenuto la riabilitazione da parte del Tribunale.
In seguito riporto il link contenente la domanda di riabilitazione da presentare al tribunale.

http://www.tribunale.padova.it/it/Content/Index/13414

Ottenuto dal Tribunale il decreto di riabilitazione, è necessario presentare all'ufficio protesti della provincia dove è stato pubblicato il protesto la domanda di definitiva cancellazione.
Una volta che avrai ottenuto il decreto di riabilitazione, dovrai recarti quindi presso la Camera di Commercio e presentare la seguente documentazione:
- copia semplice del provvedimento di riabilitazione rilasciato dal Tribunale
-domanda in bollo da € 14,62 (utilizzare il modello 1) compilata e firmata in originale dalla persona protestata (persona fisica o rappresentante legale di società, associazione o altro)
-fotocopia leggibile di un documento di riconoscimento in corso di validità di chi firma la domanda e dell’eventuale persona che presenta all'ufficio la domanda -versamento di € 8 per ogni titolo di cui si chiede la cancellazione. Il versamento va effettuato  sul c/c postale intestato alla Camera di Commercio Padova . Il versamento può essere fatto anche in contanti direttamente allo sportello.

Come vedi, per ottenere la cancellazione del protesto e la riabilitazione, in caso di assegno protestato, non è sufficiente avere estinto il debito, ma occorre seguire la suddetta procedura.

Siamo a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.

Cordiali saluti.