Restituzione prestito che non risulta da nessun documento





il problema è il seguente lavoro per una ditta che ha in appalto le consegne per un corriere. Il capo appalto tempo fa mi chiese 200 euro , appena entrato in azienda , e succesivamente, prima che mi rinnovassero il contratto altri 200 euro mai restituiti. Siamo nel 2012-2013. In seguito ho saputo che ha chesto somme anche ad altre persone senza mai restiuirle tranne alcune eccezioni. Di tale cosa è stata informata la ditta e il sindacato cui sono iscritto. Il soggetto ha ammesso il fatto davanti a diverse persone promettendo la restituzione del denaro ma la cosa non ha avuto seguito. Non ho ricevute avendoli però dati contanti , solo la sua ammissione, mentre altri hanno i testimoni.
Siccome nel frattempo i rapporti si sono deteriorati volevo fare un azione legale insieme aglli altri creditori.è possibile? avrebbe qualche possibilità di riuscita? grazie



RISPOSTA



E' possibile fare un'azione legale, con atto di citazione al giudice di pace. Il buon esito di questa operazione legale, dipende sostanzialmente dal contenuto della confessione che potrebbe fare, dinanzi al giudice di pace, il debitore.

Occorre quindi deferire al debitore il giuramento decisorio, nel corso dell'udienza dinanzi al giudice di pace.
A seguito della tua richiesta di giuramento decisorio, il giudice di pace convocherà il debitore affinché dichiari, sotto giuramento, se corrisponde al vero la circostanza per cui ha preso 200 euro senza restituirli al creditore.
Se la parte che deve rispondere al giuramento decisorio non si presenta senza giustificato motivo all'udienza o rifiuta di prestarlo, risulterà soccombente rispetto alla domanda o al punto di fatto relativamente al quale il giuramento è stato ammesso.

… e se sotto giuramento il debitore negasse tutto ?! Non sarebbe più condannato alla restituzione di 200 euro, ma sarebbe perseguibile penalmente per avere dichiarato il falso … a maggior ragione visto che ci sono testimoni pronti a dichiarare che trattasi di persona poco affidabile.

A mio parere, per soli 200 euro, non si rovinerà la fedina penale o per lo meno non correrà questo rischio. Messo alle strette, costretto a giurare dinanzi al giudice di pace, sono certo che dirà la verità d onorerà il suo debito.

E' consigliabile l'assistenza di un avvocato, per la citazione al giudice di pace (consigliabile ma non obbligatoria).

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.