Estinzione della servitù di passaggio per non uso dichiarata





Ho acquistato con mia moglie una casa su cui grava una servitù di passaggio, il nostro vicino che detiene il diritto di passaggio ha aperto due nuovi passi carrai e non utilizza da tempo il passaggio sul mio cortile, il cancello che divide le propietà è praticamente inutilizzabile ( è di legno e non viene aperto da anni, almeno dal 2005) e di fatto inutilizzato come passaggio carraio. posso ritenere la servitù decaduta? e se si come devo fare? grazie



RISPOSTA



Non dobbiamo parlare di decadenza ma di estinzione della servitù di passaggio per non uso, ossia di prescrizione per non uso ventennale, ai sensi dell'articolo 1073 del codice civile.

Art. 1073 del codice civile. Estinzione per prescrizione. 

La servitù si estingue per prescrizione quando non se ne usa per venti anni.
Il termine decorre dal giorno in cui si è cessato di esercitarla; ma, se si tratta di servitù negativa o di servitù per il cui esercizio non è necessario il fatto dell'uomo, il termine decorre dal giorno in cui si è verificato un fatto che ne ha impedito l'esercizio.
Nelle servitù che si esercitano a intervalli, il termine decorre dal giorno in cui la servitù si sarebbe potuta esercitare e non ne fu ripreso l'esercizio.
Agli effetti dell'estinzione si computa anche il tempo per il quale la servitù non fu esercitata dai precedenti titolari. Se il fondo dominante appartiene a più persone in comune , l'uso della servitù fatto da una di esse impedisce l'estinzione riguardo a tutte.
La sospensione o l'interruzione della prescrizione a vantaggio di uno dei comproprietari giova anche agli altri.

Il termine ventennale di prescrizione inizia a decorrere dal momento in cui il cancello è divenuto inutilizzabile. Tale circostanza può essere provata anche a mezzo di testimoni o di prove fotografiche.

La presente consulenza di riferisce al caso di servitù volontaria e non di servitù coattiva (è indicato nel rogito di acquisto dell'immobile).
Se il passaggio sulla tua proprietà era l'unico accesso alla via pubblica per il vicino, quindi se la servitù è sorta coattivamente per dare accesso al vicino alla via pubblica, adesso che ci sono altri passi carrai egualmente comodi, la servitù è già estinta !
L'estinzione deve essere dichiarata con una sentenza del tribunale civile, in caso di mancato accordo tra le parti in causa.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.