Consiglio di Amministrazione diritto di nominare un consigliere da parte del socio





CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SOCIETA' PER AZIONI

In una società per azioni con tre soci titolari di:A  53.50 % B  31.50 % C  15.00 %il Consiglio di Amministrazione è composto di 5 soci.
Ha il socio C diritto ad 1 consigliere ?Se no perchè ? Se sì perchè



RISPOSTA



Premesso che la domanda trova una necessaria premessa nel seguente assioma: “nel silenzio dell'atto costitutivo e dello statuto che nulla dispongono in tal senso”.
Tanto premesso, visto il principio di democraticità che permea qualsiasi aggregazione sociale, di carattere imprenditoriale o associazionistico, è doveroso ritenere che il socio C abbia diritto a nominare un consigliere per i seguenti motivi: nell'atto costitutivo non è previsto che per nominare uno dei 5 consiglieri del CDA occorre avere almeno il 20% delle quote.
In via equitativa quindi, premesso che a ciascuno dei 5 consigliere corrisponde in linea teorica il 20% delle quote, è preferibile che un socio con il 15% nomini un consigliere oppure è preferibile che non lo nomini e che un socio con il 53% ne nomini tre, anziché due ?
O che un socio con il 30% ne nomini 2 anziché 1 ?

E' preferibile in via equitativa che un socio con il 15% nomini un consigliere. Ma anche da un punto di vista matematico.

20% (quota corrispondente a ciascun consigliere) – 15% = differenza di 5%

60% (quota corrispondente a tre consiglieri) – 53,50% = differenza di 6,5%

40% (quota corrispondente a due consiglieri) – 31,50 = differenza di 8,5%

La differenza minore rispetto alla quota di corrispondenza per l'elezione del consigliere è quella di C.

Non solo un motivo democratico, non solo equitativo, ma anche matematico.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.