Determinare le modalità di esecuzione di una sentenza che intima alla vicina di casa di rimuovere un manufatto





Salve, a seguito di applicazione della sentenza la condomina sottostante al mio appartamento ha rimosso il manufatto di 12 mq costruito nello spazio di isolamento e aderente al balcone del mio appartamento, lasciando la struttura in alluminio; se in un secondo momento potesse inserire dei tavelloni e rifare la copertura, in tal caso, mi ritroverei a dover rifare una causa per fare valere il mio diritto(in quanto tale costruzione creava danni al valore del mio appartamento che non potevo locare o vendere); orbene, si può dire che la condomina sottostante ha eseguito solo parzialmente la sentenza!!! devo chiamare i vigili per un sopralluogo? per stilare un verbale di ripristino dello stato dei luoghi come in origine? devo andare dal giudice dell'esecuzione? COSA DEVO FARE???????

RISPOSTA



Devi ricorrere al giudice dell'esecuzione per attivare il procedimento di esecuzione forzata degli obblighi di fare o di non fare di cui agli articoli 612 e seguenti del codice di procedura civile.
La sentenza esecutiva è stata solo parzialmente eseguita!

Come procedere? Rivolgiti innanzitutto al tuo avvocato difensore.
-Notificare l'atto di precetto alla vicina, intimando di rimuovere la parte della struttura ad oggi non rimossa.
-Presentare ricorso al giudice dell'esecuzione, chiedendo che siano determinate le modalità dell'esecuzione.
-L'ufficiale giudiziario, con l'aiuto della forza pubblica, designerà la ditta che procederà alla rimozione delle parti in ferro, a spese della vicina.
-Le spese del procedimento saranno a carico della vicina.

Art. 612 del codice di procedura civile. Provvedimento

Chi intende ottenere l'esecuzione forzata di una sentenza di condanna per violazione di un obbligo di fare o di non fare, dopo la notificazione del precetto, deve chiedere con ricorso al giudice dell'esecuzione che siano determinate le modalità dell'esecuzione.
Il giudice dell'esecuzione provvede sentita la parte obbligata. Nella sua ordinanza designa l'ufficiale giudiziario che deve procedere all'esecuzione e le persone che debbono provvedere al compimento dell'opera non eseguita o alla distruzione di quella compiuta.


Art. 613 del codice di procedura civile. Difficoltà sorte nel corso dell'esecuzione

L'ufficiale giudiziario puo' farsi assistere dalla forza pubblica e deve chiedere al giudice dell'esecuzione le opportune disposizioni per eliminare le difficoltà che sorgono nel corso dell'esecuzione. Il giudice dell'esecuzione provvede con decreto.


Art. 614 del codice di procedura civile. Rimborso delle spese

Al termine dell'esecuzione o nel corso di essa, la parte istante presenta al giudice dell'esecuzione la nota delle spese anticipate vistata dall'ufficiale giudiziario, con domanda di decreto d'ingiunzione. Il giudice dell'esecuzione , quando riconosce giustificate le spese denunciate, provvede con decreto a norma dell'articolo 642.

Le altre opzioni, citate nella tua email, non sono inerenti alla vertenza in questione.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati