Collocamento pericoloso di cose e denunzia di danno temuto





Buona Sera,
abito a Torino 3 dove gli appartamenti hanno delle logge con delle fioriere enormi lunghe 5 metri per 50 per 50.
L'anno scorso la fioriera nel piano superiore al mio si è inclinata di 45 gradi anche a causa delle nevicate che hanno appesantito le piante enormi in essa collocate. é stato necessario un intervento urgente per potare le piante. Quest'anno il proprietario nonostante le mie insistenze non ha tolto le piante e per il momento non ha nemmeno effettuato un adeguata potatura.
Le fioriere pesano 2000 kg. un'eventuale ulteriore inclinazione e le fioriere a mio avviso possono cadere causando inimmaginabili guai.
Vorrei conoscere a chi posso rivolrgermi per salvaguardare questi miei sacrosanti diritti.
Cordialita



RISPOSTA



Devi rivolerti, da un punto di vista penalistico, ai carabinieri/polizia di Stato, per sporgere denuncia, ai sensi dell'articolo 675 del codice penale; leggiamo la norma in questione. La polizia giudiziaria, a seguito della tua denuncia, sarà obbligata ad intervenire per impedire che lo stato di pericolo, creato dal tuo vicino, possa causare conseguenze abnormi e deleterie per chiunque.

Art. 675 del codice penale. Collocamento pericoloso di cose.

Chiunque, senza le debite cautele, pone o sospende cose, che, cadendo in un luogo di pubblico transito, o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, possano offendere o imbrattare o molestare persone, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 103 a euro 619.

Da un punto di vista civilistico, devi presentare ricorso al giudice di pace, ai sensi dell'articolo 1172 del codice civile; leggiamo la norma in questione.

Art. 1172. Denunzia di danno temuto.

Il proprietario, il titolare di altro diritto reale di godimento o il possessore, il quale ha ragione di temere che da qualsiasi edificio, albero o altra cosa sovrasti pericolo di un danno grave e prossimo alla cosa che forma l'oggetto del suo diritto o del suo possesso, può denunziare il fatto all'autorità giudiziaria e ottenere, secondo le circostanze, che si provveda per ovviare al pericolo.
L'autorità giudiziaria, qualora ne sia il caso dispone idonea garanzia per i danni eventuali.


Poiché il ricorso al giudice di pace comporta tempi processuali relativamente lunghi, per preservare la tua incolumità, ti consiglio di sporgere, preventivamente, denuncia ai sensi dell'articolo 675 del codice penale.
Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.