Eredità e testamento - Successione legittima, conto corrente cointestato, rappresentazione, divisione ereditaria



 

Buongiorno vorrei avere un parere per la seguente situazione

A settembre 2009 putroppo mia mamma è mancata pochi mesi dopo mia nonna (madre di mia madre) è deceduta all'età di 92 anni.

Mia nonna ha due figli , mia madre appunto deceduta 3 mesi prima di lei ed un altro figlio : mio zio ancora in vita.

Dopo circa 25 anni che mia nonna ha abitato in casa dei miei genitori , a seguito della morte di mia madre e dopo pochi giorni della sorella di mio padre, mio papà non era nelle condizioni di potersi occupare della mia nonna anziana e ha quindi pregato mio zio di provvedere ad accoglierla poichè per più di 25 anni ha abitato con lui e mia madre. Ad Ottobre 2009 mia nonna si è trasferita per alcune settimane a casa di mio zio che poi ha provveduto a portarla in una casa di assistenza per aziani autosufficienti dove dopo pochi mesi per una polmonite è mancata.

Mia nonna è stata titolare di rapporti bancari intestati esclusivamente a lei per molti anni, solo a fine Ottobre 2009, dopo meno di un mese dalla morte di mia madre, mio zio ha provveduto a far estiguere a mia nonna i suoi conti e trasferirli su altro conto cointestato con lui. (Ho già effettuato le ricerche bancarie in merito, vecchio conto e nuovo conto).

Mio zio non ha mai comunicato il decesso di mia nonna alla nuova banca e sono in attesa di capire se nei giorni precedenti al suo decesso e nei pochi sucessivi sono stati fatti dei movimenti.

Mio zio mi ha proposto per sua concessione di ricevere non subito ma tra un anno, salvo sue diverse esigenze nel frattempo, un importo che equivale a circa 1/4 dell'intero patrimonio. Da quanto ho capito ciò che sarebbe spettato a mia madre spetta a me, quali dovrebbero essere i passi da fare per rivendicare il mio diritto?
E' opportuno nel frattempo inviare una lettera raccomandata alla nuova banca motivando e chiedendo che venga da loro considerato come patrimonio da inserire in sucessione l'intero importo ? Grazie

 

RISPOSTA



E' certamente opportuno inviare una lettera raccomandata alla banca, al fine di notiziare l'istituto bancario del decesso di tua nonna e di chiedere l'entità del patrimonio della defunta, i movimenti bancari, posti in essere nelle settimane antecedenti e successive al suo decesso, l'importo stornato dal suo conto corrente personale e accreditato sul conto corrente cointestato con tuo zio.
La circostanza che tuo zio non abbia ancora provveduto a comunicare il decesso di tua nonna alla banca, è sintomatico della sua mala fede. Se tuo zio si rifiuterà di considerare gli importi in denaro, stornati dal conto personale di tua nonna e accreditati sul suddetto conto cointestato, nelle settimane antecedenti e successive al decesso della nonna, come denaro del "de cuius", rientrante nell'asse ereditario, sarai costretto a rivolgerti ad un avvocato, per citare in giudizio, dinanzi al Tribunale, tuo zio.
La tua quota di eredità deve essere calcolata, considerando anche il denaro fatto stornare da tuo zio, dal mese di ottobre 2009 ad oggi.

La quota di eredità che sarebbe spettata a tua madre, premorta a tua nonna, spetta a te e a tuo padre, marito dell'erede premorta al "de cuius", per rappresentazione, ai sensi dell'articolo 467 del codice civile:

Articolo 467 del codice civile

La rappresentazione fa subentrare i discendenti legittimi o naturali nel luogo e nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questi non può (in quanto premorto al de cuius) o non vuole accettare l'eredità o il legato.
Si ha rappresentazione nella successione testamentaria quando il testatore non ha provveduto per il caso in cui l'istituto non possa o non voglia accettare l'eredità o il legato, e sempre che non si tratti di legato di usufrutto o di altro diritto di natura personale.

Facciamo un esempio concreto, ipotizzando un asse ereditario pari a 100.000 euro. Le quote di eredità da suddividere tra gli eredi, sono le seguenti:

1) tuo zio, figlio del de cuius: 50.000 euro
2) tu, per rappresentazione: 25.000 euro
3) tuo padre, marito di tua madre, per rappresentazione: 25.000 euro

Invia subito la lettera raccomandata alla banca e pretendi subito la quota di eredità che ti spetta, per successione legittima (stesso discorso per tuo padre); tuo zio potrebbe avere chiesto tempo, per effettuare la divisione ereditaria, al solo fine di spostare gli importi, in conto correnti aperti all'estero, per rendere i movimenti di denaro non più rintracciabili, da parte degli altri eredi.
Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti