Eredità - Donazione un terreno agricolo, collazione di immobili, riserva a favore dei figli





Premessa:
Una madre morendo lascia in eredità una casa con terreno del valore di 300.000 euro. il figlio Caio aveva già ricevuto in donazione un terreno agricolo del valore (alla apertura del testamento) di euro 50.000. Il figlio Sempronio viene preferito in testamento con la disponibile.
Come si calcolano matematicamente, tenendo conto delle norme sulla collazione, le quote spettanti a ciascuno dei 2 fratelli?
in pratica vorrei l'esempio con i numeri.



RISPOSTA



Ipotizziamo ovviamente che Caio abbia ricevuto la donazione del terreno agricolo, senza espressa dispensa da collazione. Il terreno donato deve essere computato, ai fini del calcolo dell'asse ereditario della madre, ossia deve essere imputato per collazione, ex art. 737 del codice civile.

L'asse ereditario è pari ad un valore complessivo di 350.000 euro (relictum + donatum).

Ipotizzo anche che il marito della madre deceduta sia premorto a sua moglie. I soggetti legittimari sono soltanto i due figli Caio e Sempronio.

Si applica l'articolo 537 II comma del codice civile.

Art. 537 del codice civile. Riserva a favore dei figli legittimi e naturali.

Salvo quanto disposto dall'articolo 542, se il genitore lascia un figlio solo, legittimo o naturale, a questi è riservata la metà del patrimonio. Se i figli sono più, è loro riservata la quota dei due terzi, da dividersi in parti uguali tra tutti i figli, legittimi e naturali. I figli legittimi possono soddisfare in denaro o in beni immobili ereditari la porzione spettante ai figli naturali che non vi si oppongano. Nel caso di opposizione decide il giudice, valutate le circostanze personali e patrimoniali.

L'asse ereditario può essere così suddiviso.

1/3 quota di legittima di Caio
1/3 quota di legittima di Sempronio
1/3 quota disponibile di Sempronio

La quota di Caio è pari a 116.666,66 euro. Caio ha già ricevuto 50.000 euro (valore donazione). Deve ricevere ancora 66.666,66 euro.

La quota di Sempronio è pari a 233.333,32 euro (quota di legittima + disponibile).

Sempronio, se vuole essere unico proprietario della casa con terreno del valore di 300.000 euro, deve versare a Caio un conguaglio di 66.666,66 euro.

Se i fratelli non troveranno un accordo tra di loro sulla divisione ereditaria, il tribunale ordinerà loro di vendere l'immobile a terzi, dividendo il ricavato in proporzione della quote spettanti per successione ereditaria.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.