Soggetti che possono gestire il patrimonio con testamento senza obblighi di legittima





Salve è venuta a mancare la prima cugina di mio padre ed anche lui è deceduto, io e mia sorella siamo gli unici parenti prossimi. Lei non ha nessun ascendente non è mai stata sposata ne avuto adottato figli.

La persona in questione non sappiamo se ha fatto testamento ma pensiamo nel caso in cui lo abbia fatto non siamo beneficiari.

Abbiamo diritto ad una legittima esseno gli unici eredi in linea di sangue?

grazie



RISPOSTA



In assenza di testamento, sarete tu e tua sorella, gli unici eredi della signora, ai sensi dell'articolo 572 del codice civile.

Art. 572 del codice civile. Successione di altri parenti.

Se alcuno muore senza lasciare prole, né genitori, né altri ascendenti, né fratelli o sorelle o loro discendenti, la successione si apre a favore del parente o dei parenti prossimi, senza distinzione di linea.
La successione non ha luogo tra i parenti oltre il sesto grado.


In presenza di testamento, non avete diritto alla quota di legittima, ai sensi dell'articolo 536 del codice civile: hanno diritto alla quota di legittima soltanto il coniuge, i figli ed i genitori se viventi, del “de cuius”.

Art. 536 del codice civile. Legittimari.

Le persone a favore delle quali la legge riserva una quota di eredità o altri diritti nella successione sono: il coniuge, i figli legittimi, i figli naturali, gli ascendenti legittimi.
Ai figli legittimi sono equiparati i legittimati e gli adottivi.
A favore dei discendenti dei figli legittimi o naturali, i quali vengono alla successione in luogo di questi, la legge riserva gli stessi diritti che sono riservati ai figli legittimi o naturali.


La signora quindi potrebbe avere lasciato tutto il suo patrimonio ad un suo amico, alla Chiesa ad un'associazione di volontariato.
La signora aveva il diritto di gestire il suo patrimonio, con testamento, senza obblighi di legittima.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.