Fisco e tasse - Compravendita immobiliare ed evasione fiscale



 

Buona sera, la domanda che vorrei porLe e' la seguente: In un contratto di compravendita di immobile, il venditore dichiara di essere indagato per evasione fiscale, Il passaggio di proprieta' puo' essere invalidato,nel caso di condanna del venditore medesimo?
grazie e cordiali saluti

 

RISPOSTA



Assolutamente no; non dobbiamo confondere il profilo civilistico del contratto di compravendita immobiliare, con l'aspetto pubblicistico della pretesa tributaria dello Stato, nei confronti del venditore.
Il passaggio di proprietà non può essere invalidato nemmeno in caso di condanna o di emissione di avviso di accertamento definitivo, da parte dell'Agenzia delle Entrate. Non può essere invalidato nemmeno nell'eventualità in cui, a rogito, sia stato indicato un importo inferiore al corrispettivo reale (vi consiglio di non farlo, visto che è in corso un indagine fiscale).
In quest'ultima eventualità, sia il venditore che l'acquirente dovranno versare all'erario le maggiori imposte dovute (IRPEF IVA e registro) ma il contratto di compravendita conserverà tutti i suoi effetti.