Stato di ebbrezza: commissione medica ASL chiede una nuova prova di guida





Al secondo rinnovo patente ( il primo era stato positivo pe due anni)presso la commissione medica in seguito a rifiuto di alcool test mi è stato richiesto di integrare la documentazione degli esami del sangue ( tutti perfetti) con certificato di valutazione psicodiagnostica.
Il certificato, rilasciato dal medico iscritto all'albo, attesta che non sussistono patologie e nulla osta alla guida.
Mi è stato quindi richiesto di sottopormi in data 18 Maggio p.v. a prova di guida con ingegnere.
Vorrei sapere:
1)se la Commisione medica ha titolo a richiedere questa prova.
2) in quali modi ci si può opporre alla richiesta della prova di guida.
3)se l'esito negativo della prova di guida annulla la positività dei certificati medici e porta al diniego del rinnovo patente.



RISPOSTA



Confermo che rientra nelle facoltà della commissione medica dell'Ausl, richiedere un'ulteriore prova pratica di guida. Si tratta di una decisione assolutamente discrezionale dell'organo medico.

Del resto, tale potere discrezionale, è indicato in quasi tutti i siti dell'AUSL. Ad esempio quello dell'Emilia Romagna.

AUSL Emilia Romagna

“In caso di sospensione della patente di guida a soggetti sottoposti a provvedimento di revisione di patente (ex art. 128 CdS), ovvero che hanno avuto la patente sospesa per guida in stato di ebbrezza o uso di sostanze stupefacenti, per ottenere la revisione della patente sono necessari:  
1. visita medica che accerti l'idoneità alla guida del richiedente
2. eventuali prova pratica di guida oppure esame di teoria e di guida”

Non è possibile opporsi alla decisione della commissione medica.

In caso di esito negativo della prova, ti sarà notificato il diniego del rinnovo della patente.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.