Il comune stazione appaltante può annullare l'aggiudicazione provvisoria di un contratto di appalto di servizi





Gentile avvocato, a seguito di procedura di gara per l’affidamento di un contratto di appalto di servizi con il comune di _______________________, siamo risultati primi in graduatoria, a seguito dell’aggiudicazione provvisoria.

Voglio sapere se l'amministrazione comunale può rimangiarsi l'assegnazione provvisoria e se abbiamo, in tal caso, diritto a un risarcimento per il lucro cessante e i danni emergenti.

L’assessore si rifiuta di darci una risposta chiara e definitiva.

Resto a disposizione per qualsiasi integrazione riteniate necessaria
Cordialmente



RISPOSTA



Sì, può farlo tranquillamente; l'aggiudicazione provvisoria è atto endoprocedimentale, al contrario dell'aggiudicazione definitiva.

L’assessore farebbe bene a dirvi la verità: “gentili signori, la stazione appaltante ha diritto di cambiare idea sull'aggiudicazione provvisoria, essendo atto endoprocedimentale, senza nemmeno dare delle congrue motivazioni e senza nemmeno corrispondere un risarcimento parametrato al lucro cessante ed al danno emergente”.

Quel tipo di risarcimento spetta in caso di annullamento in autotutela dell'aggiudicazione definitiva, prima della stipula del contratto di appalto di servizi.

Leggi un po' cosa prevede l'articolo 11 del D.Lgs. 163 del 2006, commi dal 5 al 9.

a)L'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta.

b)L'aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

c)Divenuta efficace l'aggiudicazione definitiva, e fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela … (l'aggiudicazione definitiva può essere annullata in autotutela)

d)la stipulazione del contratto di appalto o di concessione ha luogo entro il termine di sessanta giorni, salvo diverso termine previsto nel bando o nell'invito ad offrire.

“4. Le procedure di affidamento selezionano la migliore offerta, mediante uno dei criteri previsti dal presente codice. Al termine della procedura e' dichiarata l'aggiudicazione provvisoria a favore del miglior offerente.

5. La stazione appaltante, previa verifica dell'aggiudicazione provvisoria ai sensi dell'articolo 12, comma 1, provvede all'aggiudicazione definitiva.

6. Ciascun concorrente non può presentare più di un'offerta. L'offerta e' vincolante per il periodo indicato nel bando o nell'invito e, in caso di mancata indicazione, per centottanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione. La stazione appaltante può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine.

7. L'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta. L'offerta dell'aggiudicatario e' irrevocabile fino al termine stabilito nel comma 9.

8. L'aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

9. Divenuta efficace l'aggiudicazione definitiva, e fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti, la stipulazione del contratto di appalto o di concessione ha luogo entro il termine di sessanta giorni, salvo diverso termine previsto nel bando o nell'invito ad offrire, ovvero l'ipotesi di differimento espressamente concordata con l'aggiudicatario. Se la stipulazione del contratto non avviene nel termine fissato, ovvero il controllo di cui all'articolo 12, comma 3, non avviene nel termine ivi previsto, l'aggiudicatario può, mediante atto notificato alla stazione appaltante, sciogliersi da ogni vincolo o recedere dal contratto.
All'aggiudicatario non spetta alcun indennizzo, salvo il rimborso delle spese contrattuali documentate. Nel caso di lavori, se e' intervenuta la consegna dei lavori in via di urgenza, l'aggiudicatario ha diritto al rimborso delle spese sostenute per l'esecuzione dei lavori ordinati dal direttore dei lavori, ivi comprese quelle per opere provvisionali”.

L'aggiudicazione provvisoria non conclude la procedura negoziata, non conclude un bel niente.

Se persino l'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta, figuriamoci quale rilievo giuridico potrebbe avere l'aggiudicazione provvisoria !!!

Secondo la giurisprudenza amministrativa e le circolari dell'autorità di vigilanza sui contratti pubblici “l’aggiudicazione provvisoria ha carattere endoprocedimentale ed è fonte di una mera aspettativa, quindi in caso di annullamento della stessa, non spetta alcun risarcimento danni”.

Aggiudicazione provvisoria

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.

Il comune stazione appaltante può annullare l'aggiudicazione provvisoria di un contratto di appalto di servizi





Gentile avvocato, a seguito di procedura di gara per l’affidamento di un contratto di appalto di servizi con il comune di _______________________, siamo risultati primi in graduatoria, a seguito dell’aggiudicazione provvisoria.

Voglio sapere se l'amministrazione comunale può rimangiarsi l'assegnazione provvisoria e se abbiamo, in tal caso, diritto a un risarcimento per il lucro cessante e i danni emergenti.

L’assessore si rifiuta di darci una risposta chiara e definitiva.

Resto a disposizione per qualsiasi integrazione riteniate necessaria
Cordialmente



RISPOSTA



Sì, può farlo tranquillamente; l'aggiudicazione provvisoria è atto endoprocedimentale, al contrario dell'aggiudicazione definitiva.

L’assessore farebbe bene a dirvi la verità: “gentili signori, la stazione appaltante ha diritto di cambiare idea sull'aggiudicazione provvisoria, essendo atto endoprocedimentale, senza nemmeno dare delle congrue motivazioni e senza nemmeno corrispondere un risarcimento parametrato al lucro cessante ed al danno emergente”.

Quel tipo di risarcimento spetta in caso di annullamento in autotutela dell'aggiudicazione definitiva, prima della stipula del contratto di appalto di servizi.

Leggi un po' cosa prevede l'articolo 11 del D.Lgs. 163 del 2006, commi dal 5 al 9.

a)L'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta.

b)L'aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

c)Divenuta efficace l'aggiudicazione definitiva, e fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela … (l'aggiudicazione definitiva può essere annullata in autotutela)

d)la stipulazione del contratto di appalto o di concessione ha luogo entro il termine di sessanta giorni, salvo diverso termine previsto nel bando o nell'invito ad offrire.

“4. Le procedure di affidamento selezionano la migliore offerta, mediante uno dei criteri previsti dal presente codice. Al termine della procedura e' dichiarata l'aggiudicazione provvisoria a favore del miglior offerente.

5. La stazione appaltante, previa verifica dell'aggiudicazione provvisoria ai sensi dell'articolo 12, comma 1, provvede all'aggiudicazione definitiva.

6. Ciascun concorrente non può presentare più di un'offerta. L'offerta e' vincolante per il periodo indicato nel bando o nell'invito e, in caso di mancata indicazione, per centottanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione. La stazione appaltante può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine.

7. L'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta. L'offerta dell'aggiudicatario e' irrevocabile fino al termine stabilito nel comma 9.

8. L'aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

9. Divenuta efficace l'aggiudicazione definitiva, e fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti, la stipulazione del contratto di appalto o di concessione ha luogo entro il termine di sessanta giorni, salvo diverso termine previsto nel bando o nell'invito ad offrire, ovvero l'ipotesi di differimento espressamente concordata con l'aggiudicatario. Se la stipulazione del contratto non avviene nel termine fissato, ovvero il controllo di cui all'articolo 12, comma 3, non avviene nel termine ivi previsto, l'aggiudicatario può, mediante atto notificato alla stazione appaltante, sciogliersi da ogni vincolo o recedere dal contratto.
All'aggiudicatario non spetta alcun indennizzo, salvo il rimborso delle spese contrattuali documentate. Nel caso di lavori, se e' intervenuta la consegna dei lavori in via di urgenza, l'aggiudicatario ha diritto al rimborso delle spese sostenute per l'esecuzione dei lavori ordinati dal direttore dei lavori, ivi comprese quelle per opere provvisionali”.

L'aggiudicazione provvisoria non conclude la procedura negoziata, non conclude un bel niente.

Se persino l'aggiudicazione definitiva non equivale ad accettazione dell'offerta, figuriamoci quale rilievo giuridico potrebbe avere l'aggiudicazione provvisoria !!!

Secondo la giurisprudenza amministrativa e le circolari dell'autorità di vigilanza sui contratti pubblici “l’aggiudicazione provvisoria ha carattere endoprocedimentale ed è fonte di una mera aspettativa, quindi in caso di annullamento della stessa, non spetta alcun risarcimento danni”.

Aggiudicazione provvisoria

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.