Occupazione usurpativa del terreno del cittadino da parte del comune, indennizzo in denaro





Buona sera, sono a chiedervi quali rischi corro e se posso chiudere una strada che il comune di XXXXXXXXXX circa 10 anni fa ha costruito sul mio terreno, senza inviarmi alcuna documentazione di esproprio dopo vari solleciti con richiesta che mi venisse pagato il terreno non mi è mai giunta nessuna risposta ed è per questo che vorrei fare qualcosa di eclatante: sbarrare la strada bloccando chiunque voglia passare e lasciare intendere che la stessa verrà sbloccata solamente dopo essere stato pagato di quanto dovuto. passo dalla parte del torto? mi faccia sapere grazie

RISPOSTA



Sì, certamente, commetteresti il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni di cui all'articolo 392 del codice penale.
Ecco cosa prevede tale norma del codice penale:

“Chiunque, al fine di esercitare un preteso diritto, potendo ricorrere al giudice, si fa arbitrariamente ragione da sé medesimo, mediante violenza sulle cose, è punito, a querela della persona offesa, con la multa fino a cinquecentosedici euro.
Agli effetti della legge penale, si ha violenza sulle cose allorché la cosa viene danneggiata o trasformata, o ne è mutata la destinazione”

Poiché il comune non ha proceduto con gli atti di esproprio, si configura la fattispecie di occupazione usurpativa del tuo terreno.
Dopo dieci anni il comune deve attivare il rimedio previsto dall’art. 42-bis D.P.R. n. 327/2001 (Testo Unico delle espropriazioni per pubblica utilità, nel seguito anche “TUE”), ossia una delibera di consiglio comunale di acquisizione sanante.
Con la delibera di consiglio comunale di acquisizione sanante della strada, l'ufficio tecnico comunale determinerà l'importo che deve essere versato al cittadino a titolo di indennizzo per la perdita del terreno. Se l'importo sarà inadeguato, farai ricorso al TAR per una corretta determinazione dell'indennizzo da parte del giudice.
Tanto premesso, ti chiedo: il consiglio comunale ha deliberato l'acquisizione sanante della strada, determinando l'indennizzo che ti spetta ?
Oppure non hanno nemmeno proceduto all'acquisizione sanante tramite delibera consiliare ? In tal caso, devi immediatamente citare in giudizio il comune, in persona del sindaco, con atto di citazione al tribunale civile.
Consiglio di diffidare per iscritto il sindaco a procedere, tramite delibera di consiglio comunale, all'acquisizione sanante ed alla liquidazione dell'indennizzo; in mancanza sporgerai denuncia penale per abuso d'ufficio nei confronti del sindaco e del capo dell'ufficio tecnico.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Apposizione adesivo sulla targa dell'auto

Apposizione adesivo sulla targa dell'auto Buongiorno, ho letto un articolo ieri sul Corriere relativo alle targhe automobilistiche contraffatte: spesso guido un'auto di mio padre dove è stato...