Nulla osta all'assunzione presso altro comune delibera di giunta con sindaco dimissionario





salve sono idoneo in una graduatoria attualmente in vigore presso un comune (nell'ambito della polizia locale). Il comune non ha interesse a scorrere la graduatoria, quindi ho partecipato ad un concorso di un altro comune (sempre ambito polizia locale) che presupponeva la presenza in una graduatoria a tempo indeterminato vigente. Per partecipare il comune della graduatoria doveva dare il nulla osta preventivo pena l'esclusione. Il comune lo ha dato, ho partecipato e sono risultato vincitore. Ora espletate le procedure, mi hanno detto al comune dove ho vinto, che faranno comunque richiesta al comune per il nulla osta per l'assunzione. Il problema è che ora il sindaco del comune della graduatoria ha rassegnato le dimissioni oggi.
Mi chiedo: è possibile comunque che facciano una giunta per il mio nulla osta?
Posso fare qualcosa o perderò questa occasione unica? Grazie

 

RISPOSTA



Le dimissioni del sindaco hanno efficacia soltanto dopo 20 giorni dalla presentazione delle stesse. Il sindaco, attualmente, è nella pienezza delle sue funzioni e potrebbe anche ritirare le dimissioni presentato ieri ! Anche la giunta ed il consiglio comunale sono attualmente nella pienezza delle sue funzioni! La norma di riferimento è l'articolo 53 comma 3 del testo unico enti locali, decreto legislativo n. 267 del 2000.

Art. 53. Dimissioni, impedimento, rimozione, decadenza, sospensione o decesso del sindaco o del presidente della provincia
1. In caso di impedimento permanente, rimozione, decadenza o decesso del sindaco o del presidente della provincia, la giunta decade e si procede allo scioglimento del consiglio. Il consiglio e la giunta rimangono in carica sino alla elezione del nuovo consiglio e del nuovo sindaco o presidente della provincia. Sino alle predette elezioni, le funzioni del sindaco e del presidente della provincia sono svolte, rispettivamente, dal vicesindaco e dal vicepresidente.
2. Il vicesindaco ed il vicepresidente sostituiscono il sindaco e il presidente della provincia in caso di assenza o di impedimento temporaneo, nonché nel caso di sospensione dall'esercizio della funzione ai sensi dell'articolo 59.
3. Le dimissioni presentate dal sindaco o dal presidente della provincia diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione al consiglio. In tal caso si procede allo scioglimento del rispettivo consiglio, con contestuale nomina di un commissario. 4. Lo scioglimento del consiglio comunale o provinciale determina in ogni caso la decadenza del sindaco o del presidente della provincia nonché delle rispettive giunte.

Tanto premesso e considerato, la giunta potrebbe deliberare il tuo nulla osta anche lunedì mattina, essendo ancora nella pienezza delle sue funzioni!
Se il sindaco non dovesse ritirare le sue dimissioni, decorsi venti giorni dalla presentazione delle stesse, cadrà inevitabilmente l'amministrazione comunale; quindi la prefettura incaricherà un commissario prefettizio che potrebbe, anche lui, deliberare il tuo nulla osta, esercitando i poteri della giunta!
Non parlerei quindi di occasione persa …

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati