Risarcimento danni - Responsabilità danni per trasporto in auto a titolo di cortesia, amicizia



Salve, devo trasportare con il mio furgone del materiale (tipo trasloco) di un amico. Come devo fare per ESENTARMI TOTALMENTE da ogni eventuali danni causati da me o da terzi riguardo il suo materiale? Non si sa mai, qualcosa può sempre succedere! Vedi incidenti, furti, smarrimenti, ecc. ecc... Bisogna compilare un modulo e firmarlo entrambi?
Già che ci sono vi chiedo anche un altra cosa! Quando tra amici o conoscenti che sia, si da un passaggio con la propria auto ad altre persone in genere.... se succede qualcosa alla/e persona/e trasportata/e (tipo piccoli infortuni o anche grandi, oppure nel peggio la morte....) come ci si pùò/deve difendere da eventuali richieste danni? Per danni intendo soldi!
Bisognerebbe compilare dei moduli ogni volta che trasportiamo qualcuno? E farli firmare da entrambi le parti? O in ogni caso si è sempre responsabili? Grazie mille!



RISPOSTA



Per essere esentato nel modo più assoluto, da eventuali danni causati dal conducente stesso ovvero da terzi, ai beni trasportati durante le operazioni di trasloco, è necessario farsi rilasciare una dichiarazione di responsabilità, firmata dal conoscente che ti ha chiesto la cortesia di aiutarlo per quanto trasporto.

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA'

Il sottoscritto .....................................................................nato a .........................
il.....................................................................................residente a ....................
prov. ..................... via ................................................................
DICHIARA

di assumersi tutti i rischi e le responsabilità, per i danni che possono essere causati dal conducente ovvero da terzi ai beni oggetto del trasporto a titolo gratuito.

DICHIARA ED ACCETTA ESPRESSAMENTE

di manlevare da ogni pregiudizio il sig. XXXXXXXX da ogni responsabilità civile e/o penale che possano insorgere, da eventuali danni che dovessero occorrere ai beni oggetto del trasporto Inoltre mi impegno a tenere indenne da ogni pregiudizio e mi obbligo a non chiamare in causa il sig. XXXXXXXXXXXX per qualsiasi possibile controversia che possa insorgere.

LUOGO DATA FIRMA

Per quanto riguarda invece, la responsabilità nei confronti dei terzi trasportati in auto, a titolo di cortesia, possiamo sottolineare quanto segue.

In caso di trasporto a titolo di cortesia, la responsabilità è di tipo extracontrattuale, ossia prescinde dall'esistenza di un preesistente contratto tra vettore e passeggero (sia esso a titolo oneroso o a titolo gratuito). Secondo la Cassazione (sentenza n. 19144 del 29/9/2005) la presunzione di responsabilità del conducente del veicolo, ex art. 2054, 1º comma del codice civile, si applica anche nell’ipotesi in cui la vittima sia un passeggero trasportato a titolo di cortesia, per cui è il conducente che, se vuole esimersi dal risarcire il danno, deve provare di aver fatto tutto il possibile per evitarlo.

Art. 2054 del codice civile. Circolazione di veicoli

Il conducente di un veicolo senza guida di rotaie è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno.
Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli. Il proprietario del veicolo, o, in sua vece, l'usufruttuario o l'acquirente con patto di riservato dominio, è responsabile in solido col conducente, se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà.
In ogni caso le persone indicate dai commi precedenti sono responsabili dei danni derivati da vizi di costruzione o da difetto di manutenzione del veicolo.

In caso di incidente occorso al passeggero trasportato a titolo di cortesia, per esimersi dal risarcire il danno, il conducente deve dimostrare di avere fatto tutto il possibile per evitarlo, ossia deve dimostrare di avere guidato con la massima prudenza, rispettando tutte le norme del codice della strada.
Generalmente, il danno cagionato al terzo passeggero è coperto dall'assicurazione, entro massimali prestabiliti dalla polizza assicurativa.

Tanto premesso, nulla vieta di farsi rilasciare per iscritto una dichiarazione di responsabilità, anche dal terzo trasportato a titolo di cortesia … mi rendo conto che non sempre si tratta di una soluzione realizzabile.

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.