Separazione e divorzio - Divorzio, assegno divorzile, assegnazione dell'abitazione familiare



 

Buonasera,mi chiamo G.,sono separato dal 1989 e divorziato dal 2004. da questo matrimonio ho avuto un figlio nel 1986, l'appartamento dove vivevo è di mia proprietà al 50%,e dopo la separazione il figlio è stato affidato alla mamma con l'usufrutto dell'appartamento ad entrambi.
gli alimenti sono stati regolarmente versati a tutt'oggi la mia ex moglie ha appena ereditato un appartamento vorrei sapere se posso avvelere di qualche diritto per rientrare in possesso del 50% della casa o del suo valore come poter definire questa situazione
grazie
saluti

 

RISPOSTA



Ai sensi dell'articolo 9, I comma della legge n. 898 del 1970, in materia di scioglimento del matrimonio (divorzio),

"Qualora sopravvengano giustificati motivi dopo la sentenza che pronuncia lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, il tribunale, in camera di consiglio e, per i provvedimenti relativi ai figli, con la partecipazione del pubblico ministero, può, su istanza di parte, disporre la revisione delle disposizioni concernenti l'affidamento dei figli e di quelle relative alla misura e alle modalità dei contributi da corrispondere ai sensi degli articoli 5 e 6 (ossia l'assegnazione dell'abitazione familiare e l'obbligo dell'assegno divorzile)".

L'acquisizione, a seguito di successione ereditaria, da parte di un coniuge, di un appartamento, rappresenta un'ipotesi di "giustificato motivo", ai sensi della norma suddetta.

Le disposizioni in materia di abitazione della casa familiare e di assegno divorzile, sono decise dal giudice, in ragione delle condizioni economiche dei coniugi; se tali condizioni mutano nel tempo, il coniuge può rivolgersi ad un avvocato, per presentare ricorso, ai sensi dell'articolo 9 della legge 898/1970.

Non hai nessuna certezza di rientrare in possesso del 50% dell'appartamento (il giudice non è obbligato ad accogliere la tua richiesta), ma sicuramente, nella peggiore delle ipotesi, il Tribunale ridurrà l'importo dell'assegno divorzile.

Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Cordiali saluti.