Il convivente partecipa alle spese per il mutuo dell'abitazione del partner. Può chiedere il rimborso al termine della convivenza ?





Io e il mio convivente, padre dei miei due figli, ci stiamo separando. Viviamo nell'appartamento di mia proprietà, per il quale ho contratto un mutuo nel 2003, intestato solo a me.
Dal 2007 lui ha contribuito regolarmente ogni mese al pagamento delle rate del mutuo, per il 50% dell'importo.
Di recente ho venduto l'appartamento per acquistare una casa più grande. Ora ci stiamo separando, e lui pretende la restituzione dei soldi che ha versato in questi anni per aiutarmi a pagare il mutuo.
Io sostengo che in questi anni ha comunque abitato anche lui in questa casa per cui ha già avuto un beneficio materiale, il godimento della casa e di tutto ciò che lui non ha pagato (ristrutturazione e arredamento), non è stato un semplice prestito di denaro da parte sua, in qual caso non avrei problemi a restituirgli tutto.
Sono tenuta a restituirgli questi soldi?
Grazie, cordiali saluti.



RISPOSTA



Non sei tenuta a restituire un bel niente !!! Non si trattava certamente di un prestito, il tuo compagno non ti ha concesso un finanziamento; visto che abitava insieme a te, nel tuo appartamento, partecipava alle spese del nucleo familiare.

Avrebbe potuto fare le spese alimentare, pagare le bollette … di sua iniziativa invece, preferiva aiutarti a pagare il mutuo !!!

Ora, se invece di aiutarti a pagare il mutuo, ti avesse aiutato economicamente per il pagamento delle utenze ENEL o per pagare le vacanze estive … adesso cosa farebbe, ti chiederebbe indietro quanto versato nell'interesse della famiglia per le vacanze ??? (anche se famiglia di fatto, si trattava pur sempre di un nucleo familiare)

Tanto premesso, le richieste del tuo compagno sono giuridicamente infondate e, se me lo consenti, un pizzico puerili !!!

Quando si vive insieme, si fanno sacrifici insieme. Il proprio partner non è una banca che presta il denaro … lo fa di sua iniziativa per aiutare il nucleo familiare e poi non deve avere nulla a che pretendere !!!

Altrimenti egli avrebbe potuto farti firmare un foglio di carta, con cui ti impegnavi a restituire il prestito, in caso di cessazione della convivenza.
Perché non lo ha fatto ??!!

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti.