Divorzio semplificato dal sindaco Ufficiale dello Stato Civile del Comune





Buongiorno ad ottobre 2014 sono scaduti i tre anni di separazione   legale ed io e il mio ex marito siamo concordi nel procedere con il  divorzio. In base alla nuova legge del dicembre 2014, pensavamo di  servirci della procedura di divorzio semplificata, in quanto non  abbiamo beni patrimoniali da suddividere e non abbiamo avuto figli:  non ci è chiaro se il fatto che lui abbia avuto un figlio dalla sua  nuova compagna convivente (nato l'anno scorso) è una condizione che   inficia la procedura semplificata. Resto in attesa di riscontro e  saluto cordialmente



RISPOSTA



No, non inficia la procedura semplificata di divorzio presso la casa comunale, in quanto la legge fa riferimento esclusivamente ai figli minori nati dalla coppia coniugata che intende procedere con la separazione legale o con il divorzio. Qual è il senso della norma ? Presso la casa comunale non è possibile ratificare accordi relativi all'affidamento dei figli minori, tra i genitori separati. Presso la casa comunale non si discute di affidamento dei figli minori … quindi la norma si riferisce soltanto ai figli nati dalla coppia che intendere separarsi !
L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall’11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa. Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi siano figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, e a condizione che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale.

A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.