Separazione richiesta dal coniuge italiano condannato all'estero





Buongiorno, devo procedere ad una separazione consensuale, il problema è che il mio ex è bloccato in Albania in quanto condannato. la condanna prevede che sia fuori su cauzione, ma non può lasciare lo stato, si può quindi recare nel consolato.

Vorrei quindi capire come dobbiamo procedere con la Procura e se nel caso ho bisogno per forza  dell'assistenza di un legale. Vorrei avere chiari tutti i passi da seguire e tutti i documenti da compilare. Siamo in comunione dei beni, ma non abbiamo nessun bene acquistato dopo il matrimonio e non abbiamo figli.

Siamo in accordo sul separarci senza che nessuno dei due debba nulla all'altro. Vi ringrazio.



RISPOSTA



Tuo marito deve presentarsi presso il consolato italiano, per rilasciare procura speciale ad un avvocato con studio in Italia, per un ricorso consensuale di separazione legale.
Ovviamente, prima di recarsi presso gli uffici consolari, occorre contattare l'avvocato con studio in Italia, chiedendogli la disponibilità di rappresentarti in sede di separazione legale.
Alla procura speciale che sarà autenticata presso gli uffici consolari, dovrà essere allegato il testo del ricorso per separazione consensuale, contenente le condizioni economico-patrimoniali dell'accordo dei coniugi.

Secondo la sentenza del Tribunale di Verona del 02/04/1988, «qualora i coniugi intendano proporre ricorso congiunto di divorzio-separazione e uno dei due sia impossibilitato a comparire, il tribunale, stante l’essenzialità della comparizione personale di entrambi i coniugi nel procedimento camerale, può autorizzare il coniuge impedito a farsi rappresentare da un procuratore speciale all’udienza dell’instaurando procedimento, in applicazione analogica di quanto previsto per il matrimonio per procura”.

Il cliente che si trova all’estero deve rilasciare all'avvocato, la procura speciale, tramite le Autorità consolari italiane disponibili nel paese in cui risiede e la procura deve contenere il testo integrale del ricorso.

Dinanzi al giudice della separazione quindi, ti presenterai con il delegato di tuo marito, tramite procura speciale autenticata dagli uffici consolari italiani in Albania.

Non sarà invece possibile separarsi dinanzi all'ufficiale dello stato civile, con il procedimento del così detto divorzio breve. Occorre “passare” dal tribunale civile, con ricorso per separazione legale consensuale.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

 

Articoli correlati