Presenza assemblea condominiale soggetti non autorizzati incaricati dall'amministratore





Come si può impedire la presenza in assemblea di due incaricati dell'amministratore?

Mi occorre una diffida per ottenere che il verbale della assemblea sia compiutamente redatto in assemblea, poi riletto e controfirmato al momento, senza manomissioni e/o trascrizioni successive, e che siano riportate a richiesta eventuali brevi note o obiezioni.

 

RISPOSTA



Si può impedire la presenza dei due incaricati con una diffida scritta inviata all'amministratore di condominio, ossia a colui che ha conferito questi incarichi illegittimi.

La diffida dovrà essere inviata a mezzo pec oppure a mezzo raccomandata a/r.

All'amministratore di condominio
sig. xxxxxxxx

OGGETTO: IRREGOLARITA' VERIFICATISI DURANTE LE ASSEMBLEE CONDOMINIALI


Egr. Dr. XXXXXXXX, amministratore del condominio ubicato in via ____________, mi corre l'obbligo di segnalarLe alcune gravi irregolarità che si sono verificate nelle ultime assemblee condominiali, affinché tali situazioni assolutamente illegittime non abbiano più a verificarsi.

Nel corso dell'assemblea condominiale vengono trattati dati tutelati dalla normativa in materia di privacy, relativi ai condomini, pertanto possono partecipare alla stessa soltanto coloro che hanno titolo giuridico per prenderne parte. Purtroppo, da circa xx mesi/anni, hanno preso parte alle assemblee condominiali, due soggetti che Ella ha incaricato, i sigg.ri Tizio e Caio, nonostante né le norme di legge né quelle regolamentari consentano all'amministratore di conferire incarichi nell'ambito dell'assemblea condominiale.

Soggetti “estranei” non hanno titolo di prendere parte all'assemblea condominiale, salvo specifiche eccezioni previste dall'ordinamento giuridico. Secondo il provvedimento del garante della privacy del 18 maggio 2006 infatti, i tecnici e consulenti, quindi soggetti estranei al condominio, possono partecipare all’assemblea condominiale, per il solo tempo necessario all’espletamento di quanto richiesto dal condomino, soltanto se i partecipanti all’assemblea ritengono l’intervento necessario per specifici punti all'ordine del giorno. In ogni caso, l'amministratore di condominio non potrebbe di sua iniziativa consentire la presenza di soggetti estranei incaricati, non si sa bene per quale finalità e con quale titolo giuridico.

Con la presente inoltre, Le ricordo che il verbale dell'assemblea, per ovvie ragioni di trasparenza, dovrà essere compiutamente redatto in assemblea, per essere poi riletto e controfirmato al termine della stessa, senza manomissioni e/o trascrizioni successive, in modo da consentire ai condomini partecipanti di riportare a richiesta eventuali brevi note ovvero obiezioni. Considerato che il registro delle assemblee condominiali è ormai terminato, urge l'acquisto di un nuovo registro da numerare e vidimare, per una corretta verbalizzazione delle prossime assemblee.

La presente vale quale diffida; nel caso in cui le predette irregolarità dovessero ripetersi, lo scrivente non esiterà a rivolgersi alle autorità giudiziarie competenti, per adire le vie legali.
Salvezze illimitate.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati