Ripartizione spesa sostituzione basculante comune





Abito in un condominio di 10 appartamenti, 8 dei quali di circa 150 mq e altri 2 di circa 70 mq.

Nell'interrato sottostante il condominio insistono:
10 posti auto ( uno per ogni condomino ) di circa 16 mq ciascuno, censiti C6 ognuno con la sua rendita catastale e relativi millesimi che vanno da un minimo di 3,503 a un massimo di 4,979. 10 cantine censite C2 ognuna con relativa rendita catastale e millesimi che vanno da un minimo di 0,929 a 3,680.

Abbiamo deciso di sostituire il basculante che permette il transito delle auto in quanto vecchio di 26 anni e con il motore elettrico non a norma.

Gradirei conoscere come va ripartita la spesa.

In base ai millesimi dell'intera proprietà?
In base ai millesimi dei soli posti auto?
In parti uguali?

Cordiali saluti

RISPOSTA

Considerato

-che il garage è posizionato all'interno del fabbricato condominiale, nell'area interrata sotto la proiezione del tetto condominiale; non si tratta quindi di un garage ubicato in una zona separata dall’edificio;

-che il garage è utilizzato da tutti i condomini, quindi non ci sono condomini proprietari del solo box ovvero della sola cantina ovvero di un appartamento privo delle pertinenze

-che le spese relative ai beni comuni, che vengono utilizzati da tutti i condomini, in modo uguale, devono essere ripartiti proporzionalmente ai millesimi di proprietà di ciascuno, secondo le tabelle generali allegate al regolamento condominiale (salvo siano previste tabelle millesimali speciali)

Tanto premesso, in ossequio all'articolo 1123 I comma del codice civile, si applicheranno le tabelle millesimali generali, “salvo diversa convenzione”, ossia fatta salva la previsione, nel regolamento condominiale, di una tabella speciale per i proprietari dei box e delle cantine.

Art. 1123 del codice civile - Ripartizione delle spese.
Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.
Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne.
Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.


Vorrei fornirti uno spunto di riflessione: se si dovesse rompere il passamano della scalinata che porta dal primo e secondo piano, come saranno ripartite le relative spese?
Tabelle millesimali generali che contemplano anche i millesimali di box e cantine, ossia quelle pertinenze che nulla hanno a che vedere con il passamano della scalinata che porta dal primo a secondo piano …
… ed allora, perché non si dovrebbe fare altrettanto relativamente al basculante che consente il transito della auto, considerato peraltro che tutti i condomini ne fanno uso?
Escludo che si possa applicare il secondo comma dell'articolo 1123 del codice civile, visto che non si tratta di “cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le cui spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne”.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati