Rinuncia alla firma del contratto di lavoro rimanendo in graduatoria





Buongiorno, le scrivo perché avrei bisogno di ricevere un suo parere e la massima conoscenza delle possibilità e dei miei diritti, al fine di ritardare, il più a lungo possibile, un'assunzione presso l'Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, a seguito di concorso per un posto a tempo indeterminato di cui sono risultata vincitrice (8° Classificata su 40 vincitori).
Premessa: Io sono già una dipendente a tempo indeterminato, presso l'Asl Rieti, con un contratto che prevede un mese di preavviso (durante il quale non si può usufruire di ferie) in caso di recesso. La sottoscritta inoltre ha ancora parecchi giorni di ferie maturati da fruire. Al contempo io attualmente vivo con mio marito a Rieti.
Ho ricevuto in data odierna (tra l'altro non tramite pec, ma semplice mail) il documento in allegato denominato "Allegato 1" che mi invita a presentarmi il 23/01/2024 per la sottoscrizione del contratto che dovrebbe iniziare dal giorno 01/02/2024 (che quindi non potrei sottoscrivere visto l'obbligo che comunque ho con l'Asl Rieti del preavviso).

RISPOSTA

In teoria potresti firmare il contratto di lavoro presso la ASP di Palermo, senza rispettare il periodo di preavviso con la ASL Rieti, subendo la trattenuta relativa all'indennità di mancato preavviso dall'ultima busta paga.



Lo stesso documento recita che "La mancata presentazione nella sede e data su indicate, ovvero il mancato riscontro entro il termine di 30 giorni dalla ricezione della presente è da intendersi quale rinuncia alla nomina in ruolo con conseguente decadenza dalla graduatoria".

RISPOSTA

Nulla ti impedisce di chiedere alla ASP di Palermo di concordare una differente data di presa in servizio. Potresti firmare ad esempio il contratto di lavoro in data 23 gennaio 2024, con previsione della data di inizio del rapporto di lavoro al 01/03/2024.



Ora, in primo luogo, io mi trovo impossibilitata a presentarmi il giorno 23/01/2024, ed in ogni caso dato la grande "rivoluzione" familiare che il trasferimento a Palermo (sede ambita come meta finale dove vivere) comporterebbe, vorrei prendermi tutti e 30 giorni a disposizione per pensare bene a cosa fare.

RISPOSTA

Chiedi il rinvio della data di sottoscrizione del contratto di lavoro e di relativa assunzione.



Per vie traverse ho inoltre saputo che queste date per la stipula del contratto vanno dal 15/01/2024 al 29/01/2024, che sono state stabilite in ordine di priorità in base alla collocazione in graduatoria, mentre tutti i contratti dovrebbero partire dal 01/02/2024.
I dipendenti dell'Asp, sentiti telefonicamente, non mi hanno saputo rispondere in maniera completa circa le mie possibilità di posticipare l'assunzione.

RISPOSTA

Basta chiederlo … dubito che la ASP Palermo rinuncerà ad un vincitore di concorso, per non doverlo-volerlo aspettare 30 giorni in più …



In aggiunta mi preoccupa il fatto di recedere l'attuale contratto e stipularne uno nuovo prima della visita medica obbligatoria prevista, in genere, prima dell'entrata in servizio, dove potrei anche risultare non idonea.

RISPOSTA

Hai diritto alla conservazione del posto di lavoro, per tutta la durata del periodo di prova, essendo vincitrice di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.



Inoltre, anche per dare il tempo a mio marito di sentire i suoi superiori, di richiedere ed ottenere in caso un trasferimento, e limitare quindi il più possibile i tempi di lontananza, sarebbe una cosa gradita posticipare l'assunzione al più tardi possibile, anche in considerazione che il bando di concorso prevede una validità biennale della graduatoria, ai sensi dell'articolo 35, comma 5 ter del T.U. sul pubblico impiego decreto legislativo n. 165/2001, dove si decade nel caso di mancata presentazione entro 30 giorni dei documenti (da quello che mi sembra di capire).

RISPOSTA

Sei tenuta alla presentazione della documentazione entro il termine di 30 giorni, a pena di decadenza, ma in caso di rinuncia alla sottoscrizione del contratto di lavoro, rimarresti comunque in graduatoria per due anni, ai fini di un successivo scorrimento degli idonei, rispetto ai quali avresti comunque la precedenza.



In assenza di una posticipazione dell'assunzione mi vedrò costretta a rifiutare, pertanto le chiedo, visto che intendo scrivere una PEC sottolineando il fatto che la sottoscritta intende prendersi 30 giorni di tempo prima di decidere se lasciare l'attuale lavoro e che solo dopo l'ulteriore tempo previsto dal preavviso potrebbe prendere servizio (possibilmente senza perdere le Ferie già maturate), quali sono le opzioni per ritardare al massimo l'assunzione.

RISPOSTA

Con la pec chiederai di prendere servizio in data 01/03/2024 presso la ASL di Palermo, diversamente, laddove non fosse possibile posticipare l'assunzione, rinuncerai alla sottoscrizione del contratto di lavoro, fermo restando il tuo diritto di rimanere in graduatoria per tutta la sua validità biennale, anche in prospettiva di un successivo attingimento finalizzato a nuove assunzioni.



Vista l'urgenza dovuta ai tempi stretti imposti dall'Asp, le chiedo una risposta il più celere possibile.
Cordiali Saluti

RISPOSTA

Si può rinunciare al contratto di lavoro, rimanendo ugualmente in graduatoria, in vista di eventuali successivi attingimenti assunzionali, con precedenza rispetto agli idonei non vincitori.
Fermo restando che la documentazione deve essere inviata entro il termine di 30 giorni, come previsto dal bando a pena di decadenza.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati