Contributi volontari per accesso a quota 100





Buongiorno, sono una dipendente statale con 35 anni di contributi versati dal mio datore di lavoro e 63 anni anagrafici; orbene con il 2021 arrivo a 64 anni anagrafici +36 di contributi; orbene, vorrei presentare richiesta per andare in pensione con quota 100 a fine 2021
QUESITO: POSSO EFFETTUARE IL PAGAMENTO VOLONTARIO ALL'INPS DEI DUE ANNI MANCANTI ? GRAZIE

 

RISPOSTA

 

Concretamente è possibile soltanto se hai periodi "scoperti" nel passato; i contributi relativi ai periodi scoperti, potranno essere versati all'INPS anche in un’unica soluzione.
Se nel passato ci sono periodi scoperti puoi integrare la contribuzione obbligatoria in determinati e specifici casi:

-interruzioni o sospensione dell’attività lavorativa previste da disposizioni di legge o contrattuali;

-periodi di congedo parentale (astensione facoltativa, permessi per allattamento, giorni di assenza per la malattia del bambino di età compresa tra i 3 e gli 8 anni) per integrare l’importo dei contributi figurativi, eventualità per la quale è anche possibile richiedere il riscatto per periodi massimi della durata di 3 anni;

-lavoro intermittente per integrare la contribuzione obbligatoria laddove la retribuzione o l’indennità percepita sia risultata inferiore a quella convenzionale;

-lavori socialmente utili.

In teoria è anche possibile versare la contribuzione volontaria per il periodo che intercorre tra l’avvenuta autorizzazione da parte dell'INPS al versamento degli stessi contributi volontari ed il raggiungimento della soglia prevista da Quota 100 (62 anni+38 anni di contributi). Parliamo di contributi volontari versati in riferimento ad un arco temporale futuro e non passato!
L’ autorizzazione alla contribuzione volontaria è concessa dall’Inps, soltanto nella seguenti ipotesi:

-quando il lavoratore non svolge alcun tipo di attività lavorativa dipendente o autonoma (compresa quella parasubordinata)
-quando il lavoratore ha chiesto brevi periodi di aspettativa non retribuita per motivi familiari o di studio.
-quando il lavoratore ha un contratto part-time orizzontale o verticale.

E' necessario quindi presentare un'esplicita richiesta all’INPS, da cui si deve ricevere l’autorizzazione alla contribuzione volontaria, ossia alla prosecuzione volontaria del versamento contributivo.
Non sarà possibile tuttavia versare in un’unica soluzione l’intero importo corrispondente agli anni di contributi che mancano per il requisito contributivo di “quota 100”; successivamente all'autorizzazione dell'INPS, occorrerà quindi procedere ai versamenti contributivi su base trimestrale per i periodi ancora da maturare. Il momento del collocamento a riposo dovrà attendere …
La cadenza trimestrale dei versamenti dei contributi volontari e l'impossibilità di procedere al versamento dell'intero importo contributivo in un’unica soluzione, comportano il rischio di superare il limite temporale previsto dal legislatore, per l'applicabilità di Quota 100, che al momento è vigore fino al 31 dicembre 2021.
Considera che i contributi volontari non potranno coprire periodi antecedenti sei mesi dalla data di autorizzazione.

Ti ricordo che in riferimenti ai 38 anni necessari per accedere a “Quota 100”, 35 anni devono essere maturati senza contare i contributi figurativi derivanti da periodi di malattia e Naspi.

Considerato che sei ancora in attività quale dipendente pubblico, quindi non hai cessato di lavorare presso la tua amministrazione, non puoi chiedere la prosecuzione volontaria del versamento contributi.
La tua richiesta non sarebbe autorizzata dall'INPS.
Puoi invece integrare con la contribuzione volontaria, eventuali periodi scoperti del tuo passato lavorativo; si tratta dell'unica soluzione per salire sul treno di “Quota 100” entro il 31 dicembre 2021, alla luce di quanto previsto dal Decreto legge 28 gennaio 2019 n. 4 - convertito con modificazioni dalla Legge 28 marzo 2019, n. 26.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Pensione con contributi maturati all’estero

Pensione con contributi maturati all’estero Buongiorno, La signora XXXXXXX, il prossimo 1 ottobre andrà in pensione, beneficiando della totalizzazione estera dei contributi maturati in Germania (13...