Pieno riconoscimento pensionistico anzianità part time verticale





Gentile avvocato sono un lavoratore con il part time ciclico verticale nel settore privato, commercio terziario per la precisione.
Mi risulta che l'articolo 63 della legge finanziaria per l'anno 2021, legge 30 dicembre 2020 n. 178/2020, abbia previsto che tutti i lavoratori che hanno stipulato un contratto part-time verticale ciclico nel settore privato alla data di entrata in vigore della legge, ovvero entro il 31 dicembre 2020, vedranno pienamente riconosciuta, ai fini previdenziali, l’anzianità lavorativa.
È vero?

 

RISPOSTA

 

Prima della legge finanziaria 2021, ai lavoratori che svolgevano attività di part-time verticale (con contratti di lavoro a tempo parziale in cui si alternano giorni in cui si presta l’attività lavorativa ad altri giorni che sono invece non lavorativi), l’INPS, nel calcolo di anzianità previdenziale, considerava unicamente i contributi relativi ai periodi di effettivo lavoro non conteggiando così gli ulteriori giorni non lavorati anche se gli stessi erano previsti contrattualmente.

Diversamente, ai dipendenti pubblici in part time verticale, ai sensi dell'articolo 8 comma 2 della legge 29 dicembre 1988 n. 554, gli anni di servizio in part time erano considerati utili per intero ai fini della pensione.

Per il settore privato, anche i giorni e le settimane non lavorate saranno da includere nel computo dell’anzianità utile ai fini del diritto al trattamento pensionistico. Sarà pertanto determinato il numero delle settimane da includere nel computo dell’anzianità rapportando il totale della contribuzione annua al minimale contributivo settimanale.

Si è posto rimedio alla disparità di calcolo, già evidenziata dalla giurisprudenza con i lavoratori del medesimo settore che avevano optato per il part time orizzontale.

Per non parlare della disparità di trattamento tra lavoratori in part time nella pubblica amministrazione e nel settore privato.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati