Risoluzione contratto vendita auto usata dal concessionario con garanzia legale e convenzionale





In data 20/06/2012 presso la concessionaria xxxxxxxxxx di via yyyyyyyyy ROMA , ho acquistato un auto usata Citroen C5 2.2 HDI 200 del 2012 Km percorsi 98000 circa con garanzia 1 anno sulla rete Citroen.
In data 21 aprendo il cofano motore notavo che il livello del liquido refrigerante non era al MAX come livello, mi e sorto il dubbio sul tagliando di consegna previsto ,verificavo i filtri aria e climatizzazione erano lerci, ho eseguito a mie spese il tagliando ,comunque a distanza di alcuni giorni facevo presente l'accaduto il venditore Sig. XXXXXXXX mi portava in officina dove rispondeva un meccanico, asseriva di averlo fatto e se mi era stata consegnata la scheda del tagliando cosa non vera inoltre pretendeva che gli cedessi i filtri sporchi anche perchè dalla casa madre risultavano che dovevano essere cambiati nel 2021 questa e dimostrazione di entrambi truffaldini, comunque (Balle il filtro antipolline và cambiato ogni anno).

 

RISPOSTA

 

Ciascuna tipologia di automobile ha un piano di manutenzione, in ragione del quale occorre sostituire pezzi di ricambio periodicamente ovvero ogni tot di km percorsi.
Un'auto usata, garantita convenzionalmente per un anno, deve quanto meno avere rispettato il piano delle manutenzioni.



Sorvolavo questo particolare tagliando fatto a mie spese € 350, ora dopo aver percorso circa 4000 km mi rendevo conto che l'auto non andava bene inoltre il liquido refrigerante e di nuovo sotto il livello max più accentuato. Portata presso la Concessionaria Citroen di Parma mi diagnosticavano la sostituzione dei bracci ant. sospensioni, rifacimento guarnizioni testa motore, sostituzioni scatola ripartitore cambio di velocità ecc. per un totale di € 9500,00 con il punto interrogativo da verificare all'atto dello smontaggio.

 

RISPOSTA

 

Si tratta di un vizio occulto in ragione del quale è possibile chiedere la risoluzione del contratto, poiché rende inservibile il bene oggetto del contratto di compravendita.



Ora le chiedo ho fatto bene a lasciare l'auto presso la Citroen di Caserta chiedendo di farla ritirare dal venditore di Roma, inoltre posso chiedere il recesso del contatto in quanto pubblicizzano 87 controlli prima di vendere l'usato questa non ne ha visto nemmeno uno, devo denunciare il venditore per truffa.

 

RISPOSTA

 

Non si tratta di una truffa, salvo dimostrare il dolo del venditore, ossia la sua malafede.
Certamente puoi procedere con atto di citazione al tribunale civile per chiedere la risoluzione del contratto di vendita, con richiesta di risarcimento danni e rimborso spese effettuate per la pratica relativo all'acquisto del veicolo.
Di seguito le norme del codice civile applicabili alla tua fattispecie:
Art. 1490 del codice civile - Garanzia per i vizi della cosa venduta.
Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all'uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore.
Il patto con cui si esclude o si limita la garanzia non ha effetto, se il venditore ha in mala fede taciuto al compratore i vizi della cosa.

Art. 1492 del codice civile - Effetti della garanzia.
Nei casi indicati dall'articolo 1490 il compratore può domandare a sua scelta la risoluzione del contratto ovvero la riduzione del prezzo, salvo che, per determinati vizi, gli usi escludano la risoluzione.
La scelta è irrevocabile quando è fatta con la domanda giudiziale.
Se la cosa consegnata è perita in conseguenza dei vizi, il compratore ha diritto alla risoluzione del contratto; se invece è perita per caso fortuito o per colpa del compratore, o se questi l'ha alienata o trasformata, egli non può domandare che la riduzione del prezzo.

Art. 1493 del codice civile - Effetti della risoluzione del contratto.
In caso di risoluzione del contratto il venditore deve restituire il prezzo e rimborsare al compratore le spese e i pagamenti legittimamente fatti per la vendita.
Il compratore deve restituire la cosa, se questa non è perita in conseguenza dei vizi.

Art. 1494 del codice civile - Risarcimento del danno.
In ogni caso il venditore è tenuto verso il compratore al risarcimento del danno, se non prova di avere ignorato senza colpa i vizi della cosa.
Il venditore deve altresì risarcire al compratore i danni derivati dai vizi della cosa.



Premetto che la garanzia non copre tutti i lavori da fare quindi un ulteriore spesa che non voglio pagare. Aspetto fiducioso un vostro riscontro ho buttato 12000 € nel fuoco. SALUTI e grazie

 

RISPOSTA

 

Vista la delicatezza della questione, ti chiedo di scansionare ed inviare tramite email, il contratto di vendita con la garanzia convenzionale allegata.
Il venditore, onde evitare la risoluzione del contratto, deve eliminare i vizi occulti elencati nella presente consulenza.
Resto a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.
Cordiali saluti.

 

Mancanza qualità essenziali auto usata





Buongiorno Avvocato... io forse dovrei avere bisogno di lei... prima spiego la faccenda... se qualcosa fattibile me lo dice... con preventivo anticipata
Mio fratello ha preso un macchina da Torino concessionario ufficiale mazda... Auto con garanzia legale più una convenzionale.
Primo giorno si sono accese spie di motore facendo brusche frenate durante la marcia...
Da quel giorno a oggi auto ha 10 mesi di proprietà in noi ma avremmo avuto si o no 2 mesi restante passato nelle concessionaria mazda riparazione continua... e a oggi siamo ancora al punto capo.
Concessionario in questione ha sempre risposto e ha cercato di risolvere problema ma non siamo mai riusciti ad avere macchina apposto, durante tutti questi periodi compreso lockdown siamo rimasti senza auto...
Ora siamo arrivati ad avvisare casa madre perchè la macchina continua ad avere problemi di sicurezza in strada quando si accendono le spie che calo di potenza, strappi dal motore durante rallentamento per spegnere e riaccendere l'auto e brusche frenate.

 

RISPOSTA

 

Dobbiamo applicare l'articolo 1497 del codice civile, considerato che l'auto non presenta quelle qualità essenziali per l'uso a cui dovrebbe essere destinata. In considerazione di quanto previsto dall'articolo 1497 del codice civile, è possibile chiedere la risoluzione del contratto, con restituzione del corrispettivo della vendita del veicolo.
Art. 1497 del codice civile - Mancanza di qualità.
Quando la cosa venduta non ha le qualità promesse ovvero quelle essenziali per l'uso a cui è destinata, il compratore ha diritto di ottenere la risoluzione del contratto secondo le disposizioni generali sulla risoluzione per inadempimento, purché il difetto di qualità ecceda i limiti di tolleranza stabiliti dagli usi.



Io ho tante email cominciando dal primo giorno che abbiamo avuto questo problema.

 

RISPOSTA

 

Conserva traccia di queste email, perché il compratore aveva il dovere di segnalare il problema relativo al vizio occulto del veicolo, al venditore.
Art. 1495 - Termini e condizioni per l'azione.
Il compratore decade dal diritto alla garanzia , se non denunzia i vizi al venditore entro otto giorni dalla scoperta, salvo il diverso termine stabilito dalle parti o dalla legge.
La denunzia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l'esistenza del vizio o l'ha occultato. L'azione si prescrive, in ogni caso, in un anno dalla consegna; ma il compratore, che sia convenuto per l'esecuzione del contratto, può sempre far valere la garanzia, purché il vizio della cosa sia stato denunziato entro otto giorni dalla scoperta e prima del decorso dell'anno dalla consegna.



Ora se possiamo fare qualcosa.. noi non vogliamo più la riparazione a tentativo...

 

RISPOSTA

 

Chiedere la risoluzione del contratto per mancanza delle qualità essenziali del veicolo, ai sensi dell'articolo 1497 del codice civile, entro un anno dall'acquisto.
Dovete procedere con atto di citazione al tribunale civile, tuttavia prima occorre inviare una diffida come la seguente:

Al concessionario _________________
e per conoscenza alla CASA MADRE MAZDA

Oggetto: risoluzione del contratto di vendita auto _____________ del __________________

Premesso che dal momento dell'acquisto del veicolo targato _______________ presso la Vs. concessionaria, sono emerse le seguenti problematiche, giuridicamente configurabili quali vizi occulti del bene oggetto di vendita:

---(elencare i problemi del veicolo emersi in questi dieci mesi)---

E' intenzione dello scrivente chiedere la risoluzione del contratto per mancanza delle qualità essenziali del veicolo, ai sensi dell'articolo 1497 del codice civile; vi invito pertanto a mettervi in contatto con lo scrivente, telefonicamente oppure tramite email, al fine di addivenire ad un bonario componimento della controversia, poiché in mancanza mi vedrò costretto ad adire le vie legali. Distinti saluti.

LUOGO, DATA
FIRMA



Casa madre MAZDA MOTORS italia sa già tutto noi abbiamo già segnalato diverse volte..loro dicono che casa madre non c'entra e che non possono fare nulla se non seguire riparazione dell'auto. dove hanno cambiato mazzo motore + parte elettriche in garanzia ma problema va avanti... cosa possiamo fare? qualcosa di sicuro abbiamo in mano?

 

RISPOSTA

 

Posso esaminare il contratto di acquisto dell'auto con la garanzia legale e convenzionale.
Puoi scansionare la documentazione ed inviarla tramite email?
A disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Superbonus 110% spetta ai conduttori

Superbonus 110% spetta ai conduttori Un'impresa di costruzioni (srl) proprietaria di un fabbricato composto da 9 alloggi tutti regolarmente locati e accatastati singolarmente, può beneficiare ( la...

Auto intestate al defunto

Auto intestate al defunto Gentile avvocato è deceduto mio padre, gli unici eredi siamo io e mia sorella. L'asse ereditario di mio padre è costituito da un'auto intestata al de cuius ed una seconda...

Trasferimento d'autorità del militare convivente

Trasferimento d'autorità del militare convivente Buongiorno, sono un Ufficiale in Servizio Permanente Effettivo della Marina Militare e presto servizio a Taranto (XX). La mia compagna, vincitrice di concorso...