Permesso di soggiorno con contratto di convivenza con fidanzata russa





Salve. Da 3 anni sono fidanzato con una ragazza di nazionalità russa che vorrebbe lavorare in Italia, tuttavia i datori di lavoro che le propongono dei contratti poi si tirano indietro quando devono fare le pratiche per il permesso di soggiorno per motivi di lavoro.
Vi vorrei chiedere se fosse possibile farle registrare la residenza a Rimini, a casa dei miei genitori all'anagrafe, sottoscrivere un contratto di convivenza e farle ottenere così un permesso di soggiorno per motivi familiari.
Nel caso questo fosse possibile, potrà poi lavorare anche fuori regione di dove ha la residenza?
Grazie

RISPOSTA

Attenzione, per realizzare la tua strategia, la tua fidanzata dovrebbe già risiedere in Italia, in ragione di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro.
Scaduto il permesso di soggiorno per motivi di lavoro, la tua fidanzata potrebbe chiedere un permesso di soggiorno in ragione di un contratto di convivenza, dato che GIA' RISIEDE a casa dei tuoi genitori, insieme con te, ossia insieme con il suo partner.
Se è vero che in base all’art. 2 del D.lgs 30/2007 rientra nella categoria dei familiari dei cittadini italiani e comunitari anche “il partner che abbia contratto con il cittadino dell’Unione un’unione registrata sulla base della legislazione di uno Stato membro”, è anche vero che per sottoscrivere una valida convenzione di convivenza, tu e le tua fidanzata dovreste già risiedere anagraficamente sotto lo stesso tetto, al momento della firma della predetta convenzione.
I conviventi di fatto, come stabilito dalla legge 76 del 2016 (detta Legge Cirinnà), sono due persone maggiorenni “unite stabilmente da legami affettivi di coppia” e “reciproca assistenza morale e materiale”, non vincolate da rapporti di parentela, matrimonio o unione civile. La convivenza di fatto tra persone residenti presso la stessa abitazione è attestata attraverso un’autocertificazione in carta libera, presentata al comune di residenza, nella quale i conviventi dichiarano già di coabitare allo stesso indirizzo e di essere parte dello stesso nucleo familiare. Spero di avere reso l'idea … per firmare un contratto di convivenza, occorre essere già residenti sotto lo stesso tetto … occorre avere la stessa residenza anagrafica al momento della stipula della convenzione!
Quindi la tua ragazza dovrebbe arrivare in Italia, ad esempio con un permesso di soggiorno rilasciato in ragione di un contratto a tempo determinato, ma scaduto quel permesso di soggiorno, potrebbe avvalersi del contratto di convivenza con il partner cittadino italiano ed europeo. Ovviamente il contratto di convivenza non dovrà essere stipulato dai tuoi genitori, ma da te e la tua fidanzata.
Sì, potrebbe anche lavorare fuori regione, tuttavia dovete avere la stessa residenza anagrafica. Fintanto che non sarete conviventi di fatto, non potrete sottoscrivere validamente un contratto di convivenza.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Costo ricovero RSA genitore indigente

Costo ricovero RSA genitore indigente Mio fratello (anni 82), che non vedo da trent'anni , perché ha scelto di vivere per strada, ha avuto un' emorragia cerebrale. Da quattro mesi è in Ospedale ,ma...