Passaggio tubi gas metano proprietà altro condomino





Buonasera, sono il proprietario di un appartamento al piano terra in un condominio minimo, senza nessun regolamento condominiale.
Ho scoperto che i tubi del riscaldamento autonomo dell'appartamento posto a primo e ultimo piano sono all'interno dei muri del mio appartamento ad un’altezza di 2 metri da terra.
In questo caso si configura come servitù? Saluti

 

RISPOSTA



Si tratta di un quesito apparentemente semplice, tuttavia nasconde particolari insidie!
Immagino che tu sia già a conoscenza della sentenza della Cassazione civile n. 11563 del 6 giugno 2016 in merito alla servitù di passaggio di gas metano. Secondo la Cassazione non è ammissibile la costituzione coattiva di una servitù di passaggio di tubi per la fornitura di gas metano perché l'esigenza di tale fornitura non è assimilabile alla servitù di acquedotto, "dovendosi escludere un'applicazione estensiva dell'art. 1033 codice civile in tema di servitù di acquedotto coattivo, atteso che l'esigenza del passaggio di tubi conduttori del gas non può essere ricondotta sotto la stessa fattispecie normativa che regola la imposizione della servitù di acquedotto, in conseguenza della non assimilabilità delle due situazioni per i caratteri peculiari di struttura e funzione di ciascuna di esse, ed in particolare della pericolosità insita nell'attraversamento sotto terra delle forniture del gas, non ricorrente nella servitù di acquedotto". (in tal senso Corte di Cassazione 820/1992).

Tanto premesso, la risposta apparentemente semplice al tuo quesito, potrebbe essere: non potrebbe trattarsi di servitù, giacché le norme in materia di servitù di acquedotto non sarebbero applicabili alle norme in materia di passaggio di tubazioni di gas metano!


È necessario tuttavia adottare un differente ragionamento, prima di concludere la presente consulenza. Secondo la sentenza n. 923/2013 della CORTE D'APPELLO di TORINO, depositata il 07/05/2013, è necessario comprendere il momento storico in cui le tubature orizzontali sono state fatte passare dal muro del tuo appartamento. I predetti lavori sono antecedenti rispetto all'acquisto del tuo appartamento?
Facciamo un esempio: il proprietario del primo piano, originariamente era il proprietario dell'intero stabile. Ti ha venduto il piano terra e nel rogito è scritto chiaramente che l'acquirente ha acquistato l'immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, incluse quindi le tubazioni del gas metano in questione.
In presenza di una clausola contrattuale di tale natura, al momento del rogito avresti accettato lo stato di fatto e di diritto del tuo appartamento, quindi non avresti più titolo giuridico per eccepire il passaggio delle tubazioni del gas metano attraverso le mura della tua proprietà.

Occorre pertanto verificare, di volta in volta, la legittimità del passaggio delle tubazioni del gas metano, attraverso la proprietà dell'altro condomino.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati