Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Truffa on line falsi funzionari motorizzazione civile falsa patente senza restrizioni





Le scrivo il mio problema.
Sono Angelica una ragazza di 28 anni e dal 2019 circa vado in commissione medica patenti per il rinnovo della mia patente B, a causa di una patologia per cui non posso rinnovare la patente B ogni 10 anni.
Cercavo un modo su internet legale per rinnovare la patente senza andare in commissione perché ogni volta fanno troppe domande.
Mi imbatto su un gruppo su Facebook e incontro questa persona che dice di lavorare presso la motorizzazione civile di Padova, gli spiego i miei problemi e dice che può aiutarmi.
Premetto che a me la patente me la rinnovano sempre per 2 anni e mi hanno messo una restrizione sulla patente e così non posso guidare di notte.
Lui dice di parlare con i medici e di portare un parere medico favorevole e di farmi togliermi la restrizione così da poter guidare di notte. Gli mando la foto dei farmaci che assumo e gli scrivo le mie 2 patologie. Gli mando anche i miei documenti (carta d'identità, patente, foto della firma e una foto tessera e il codice fiscale). Concordiamo un prezzo di 360€, 250€ di acconto tramite ricarica Postepay. Mi manda la foto della mia patente e un video, la patente sembra autentica al 100%. Mi accorgo di un errore di stampa, aveva scritto anno di conseguimento 2023 anziché 2014. Stampa la patente nuova inoltrandomi foto e video. Dice di aver pagato il parere medico e il lavoro non e stato facile, vedendo principalmente il video mi convinco e gli mando 470€. Dopo qualche giorno si inventa la scusa di pagare la registrazione presso il sistema e la spedizione con il costo finale di altri 280€ poi ogni rinnovo mi costerà 460€. Mi scrivevano in 2, entrambi dicono di lavorare in motorizzazione. In pratica 13 settembre mi accorgo di essere stato truffato. Mi accorgo il giorno seguente che hanno aperto un altro gruppo intitolato scuola guida Padova con la foto come profilo della mia patente di guida con il volto coperto ma tutti i dati visibili come cognome, nome, numero di patente ecc...
Ma io non ho dato mai il consenso a pubblicare la foto del mio documento. Mi dice che reati gli contesta? Io ho commesso un reato con questo comportamento?

RISPOSTA

Se si fosse trattato di un vero funzionario della motorizzazione civile, avresti commesso il reato di corruzione.
Siccome non si tratta di un vero funzionario della motorizzazione civile, ma di un ciarlatano nonché truffatore, possiamo escludere che tu abbia commesso un reato, ai sensi dell'articolo 49 del codice penale.
Art. 49 del codice penale. Reato supposto erroneamente e reato impossibile.
Non è punibile chi commette un fatto non costituente reato, nella supposizione erronea che esso costituisca reato.
La punibilità è altresì esclusa quando, per la inidoneità dell'azione o per l'inesistenza dell'oggetto di essa, è impossibile l'evento dannoso o pericoloso.
Nei casi preveduti dalle disposizioni precedenti, se concorrono nel fatto gli elementi costitutivi di un reato diverso, si applica la pena stabilita per il reato effettivamente commesso.

Nel caso indicato nel primo capoverso, il giudice può ordinare che l'imputato prosciolto sia sottoposto a misura di sicurezza.
Hai pensato che fossero funzionari della motorizzazione civile, hai pensato di corromperli, pagando le somme da loro richieste illecitamente, tuttavia siccome in realtà non erano pubblici funzionari, non sei punibile, trattandosi di un “reato supposto erroneamente”.



Sto pensando di mandargli un esposto tramite i carabinieri e intimargli 10 giorni per restituirmi la somma di 1000€, dopo procedo con querela.

RISPOSTA

Procedi pure con un esposto.
Attenzione, perché la querela per truffa deve essere presentata entro tre mesi dalla notizia della commissione del reato.
Non lasciar trascorrere il termine di tre mesi, previsto dalla legge a pena di decadenza.
La presentazione dell'esposto non interromperà né sospenderà il termine di tre mesi, per la presentazione della querela per truffa.
Art. 124 del codice penale. (Termine per proporre la querela. Rinuncia)
Salvo che la legge disponga altrimenti, il diritto di querela non può essere esercitato, decorsi tre mesi dal giorno della notizia del fatto che costituisce il reato.



Ho il diritto anche prima della querela a non rispondere alle domande dei carabinieri riguardo l'esposto e farmi assistere da un avv anche prima della querela?

RISPOSTA

Sì, confermo.



Se procedo con querela io vivo a Brescia mentre questi 2 signori a Padova, dove si svolgerà il processo?

RISPOSTA

Padova
Ai sensi dell'articolo 8 del codice di procedura penale, la competenza per territorio del giudice penale è determinata dal luogo in cui il reato è stato consumato. La competenza territoriale nelle truffe on line, si radica nel luogo in cui l’imputato consegue il profitto e non nel luogo in cui la persona offesa effettua la disposizione patrimoniale, come indicato dalla Corte di Cassazione sez. II sentenza del 10.06.2022 n. 27012.
A disposizione per chiarimenti.
Cordiali saluti.

Fonti:

 

Vuoi chiedere una consulenza online ai nostri Avvocati?

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA

Articoli correlati

Reati commessi dall'amministratore di condominio

Reati commessi dall'amministratore di condominio Gentile avvocato, l'assemblea condominiale ha revocato l'amministratore di condominio e, da un approfondito esame della documentazione relativa alla...