Richiesta scritta alla banca dell'erede per conoscere la consistenza





Nel 2014 è venuta a mancare mia madre, già vedova.
Unici eredi sono io e mia sorella.
Subito dopo la morte di mia madre ho chiesto a mia sorella se i nostri genitori avevano qualche conto bancario o postale intestato, da chiudere. Mia sorella mi informa che a parte la casa di proprietà non possedeva altro, tanto meno alcun conto corrente bancario o postale. Siccome ho sempre saputo che i ns genitori erano titolari di pensione, e avevano anche un libretto di deposito, mi è sembrato strano che non possedevano qualche risparmio da parte.

 

RISPOSTA

 

Del resto, se un pensionato percepisce una pensione mensile per un importo superiore a 1.000 euro, sarà necessariamente obbligato ad aprire un conto corrente bancario o postale, per accreditare appunto il rateo mensile della sua pensione.



Siccome ho sempre vissuto lontano dal mio paese di origine, e pertanto ha sempre gestito tutto mia sorella mi è sembrato strano che i ns genitori non possedevano alcun conto postale o bancario. Pertanto a seguito di questa situazione come posso fare per sapere se ci sono stati dei depositi di denaro?
Grazie

 

RISPOSTA

 

Dovresti procedere con una richiesta scritta all'ufficio postale ed alle filiali bancarie presenti nella zona territoriale dell'ultima residenza di tua madre, chiedendo, in qualità di erede, se il de cuius aveva in essere contratti di conto corrente bancario ovvero libretti di deposito, conti deposito, oppure altri titoli finanziari intestati oppure cointestati.
E' un preciso diritto dell'erede, quello di domandare ed ottenere informazioni relative alla consistenza patrimoniale del de cuius, ai sensi dell’art. 9, comma 3 del codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196), norma che riconosce il “diritto di accesso ai dati personali riferiti a persone decedute da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione“.

La banca ovvero l'ufficio postale dovrebbe risponderti entro 30 giorni dalla tua istanza. Allega all'istanza un tuo documento di identità, oltre alla copia della dichiarazione di successione di tua madre, da cui si evince che sei coerede del de cuius.
Temo che prima di decedere, tua madre possa avere intestato i suoi risparmi direttamente a tua sorella, evitando così facendo di far cadere quelle somme di denaro, nell'asse ereditario.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Differenza tra quota di legittima e successione legittima

Differenza tra quota di legittima e successione legittima Vi contatto per una questione di eredità: 1 - Zia deceduta nel marzo 2021; 2 - nessun figlio; 3 - è stata coniugata con il fratello (anch’esso deceduto) di mio padre....

Costo ricovero RSA genitore indigente

Costo ricovero RSA genitore indigente Mio fratello (anni 82), che non vedo da trent'anni , perché ha scelto di vivere per strada, ha avuto un' emorragia cerebrale. Da quattro mesi è in Ospedale ,ma...

Attestato di sussistenza della banca

Attestato di sussistenza della banca QUESITO RELATIVO ALL'ATTESTATO DI SUSSISTENZA DELLA BANCA: Nelle successioni ereditarie l'attestato di sussistenza della banca di conto corrente cointestato tra...