Agevolazione prima casa anche se proprietario intestatario di un monolocale





Gentile avvocato, sono proprietario di un monolocale nella città di Milano di 30 mq, acquistato senza agevolazione prima casa, trattandosi di un investimento da mettere a rendita; nel frattempo, mi sono sposato e ho avuto due figli.
Intendo pertanto acquistare una casa adeguata ai bisogni della famiglia. Posso beneficiare dell'agevolazione prima casa, in quanto il monolocale è inidoneo ai bisogni della famiglia?

 

RISPOSTA

 

Assolutamente sì, secondo quanto previsto dalla sentenza della commissione tributaria provinciale di Milano n. 494/19/2020.
Secondo la CTP Milano non perde l'agevolazione prima casa il contribuente che risulti già intestatario di un'altra abitazione nello stesso Comune del nuovo immobile agevolato, a condizione che tale casa preposseduta sia inidonea ai fabbisogni abitativi della famiglia.
La normativa di riferimento è contenuta nella lettera b) della nota II-bis) all'articolo 1 della Tariffa, parte I, allegata al Dpr 131/1986, che prevede una delle condizioni di accesso all'agevolazione, per cui l'acquirente deve dichiarare in sede di rogito di non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune in cui a situato l'immobile da acquistare.
La suindicata condizione fa riferimento ad una disponibilità° non meramente oggettiva, bensì soggettiva, nel senso che ricorre il requisito dell'applicazione del beneficio, anche nell'ipotesi di disponibilità di un alloggio che non sia concretamente idoneo, per dimensioni e caratteristiche complessive, a sopperire ai bisogni abitativi della famiglia (Cassazione 100/2010; Cassazione 18129/2009, 27376/2017, 2278/2016, 26653/201, Ctp Matera 820/8/1).

In questo caso, il bilocale non ha dimensioni adeguate e sufficienti a garantire un'idonea sistemazione abitativa al nucleo familiare composto da quattro componenti.
Spetta l'agevolazione “prima casa” relativamente all'acquisto dell'immobile destinato a diventare la casa familiare.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Dichiarazione di riconciliazione tra coniugi

Dichiarazione di riconciliazione tra coniugi Circa un anno fa mia moglie mi ha citato in giudizio per una separazione giudiziale che è stata piuttosto sofferta, compresa una CTU durante la fase...

Parcheggio su area comune di passaggio

Parcheggio su area comune di passaggio Abito in una villa privata situata all'interno di un appezzamento di terreno recintato e con cancello automatico. All'interno ci sono altre 3 ville di altrui...