Esumazione e collocazione delle ossa nel loculetto o nell'ossario comune





Buonasera. Mi è arrivata dal mio comune una comunicazione per cui a breve verrà fatta l'esumazione di mio zio. Gli eredi sono tre: io e mio fratello (25% di eredità ciascuno) e mia cugina (50% di eredità). Io e mio fratello saremmo propensi a mettere i resti di nostro zio in un ossarino personale al costo di 540,00€ mentre nostra cugina vorrebbe optare per un ossario comune a costo zero.
Nel nostro caso c'è qualcuna delle due parti che ha il potere di imporre una scelta?
E la parte in disaccordo è obbligata a seguirla?
Grazie

 

RISPOSTA

 

Soltanto il coniuge superstite avrebbe diritto di imporre la scelta di collocare i resti mortali dello zio in un loculetto (ossarino) oppure nell'ossario comune.
In assenza del coniuge superstite, dobbiamo fare riferimento alla volontà del de cuius, espressa eventualmente all'interno del testamento.
In assenza di una volontà espressa nel testamento, la decisione dovrà essere presa all'unanimità di tutti i parenti più prossimi aventi lo stesso grado di parentela (i nipoti in questo caso). In assenza dell'unanimità da parte dei parenti più prossimi aventi lo stesso grado di parentela con il defunto, prevarrà la pietas nei confronti dei resti mortali del defunto, tuttavia la vostra cugina dissenziente sarà esonerata dalla partecipazione alle spese relative al loculetto.
Il legislatore non ha previsto una norma "ad hoc" per la presente fattispecie, quindi dobbiamo applicare in modo analogico, l'articolo 79, comma 1 D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285.
Dapprima si applica il principio di poziortà in favore del coniuge superstite; di seguito si applica il criterio dello "jure sanguinis", in favore dei parenti più prossimi aventi lo stesso grado di parentela nei confronti del defunto.
In caso di assenza di unanimità, prevale il criterio della "pietas" nei confronti dei resti mortali del defunto, tuttavia saranno esonerati dalle spese i parenti contrari alla collocazione dei resti mortali nel loculetto, successivamente alla loro esumazione.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Dichiarazione di riconciliazione tra coniugi

Dichiarazione di riconciliazione tra coniugi Circa un anno fa mia moglie mi ha citato in giudizio per una separazione giudiziale che è stata piuttosto sofferta, compresa una CTU durante la fase...

Revoca patente sosta veicolo senza assicurazione

Revoca patente sosta veicolo senza assicurazione Buongiorno vorrei un vostro parere legale su una revoca patente da me presa come sanzione accessoria ad una multa redatta dalla polizia locale di Bari...