Prescrizione quinquennale sanzioni amministrative possesso stupefacente spinello





Mi chiamo Giorgio e sono un ragazzo romano di 26 anni. Più di 5 anni fa mi e stato rilasciato un verbale per l'art 75 per il possesso di mezzo spinello, letteralmente (mi vergogno dell episodio). Dopo tutti questi anni non ho ricevuto nulla a casa e nessuna chiamata da parte della GDF o dalla prefettura. Nel frattempo, mi sono laureato e svolgo l'attivita di autista NCC su Roma come dipendente. Inoltre sto conseguendo le patenti superiori con la carta di qualificazione del conducente. Vista la natura prettamente di guida del mio lavoro, e viste le possibili conseguenze a seguito del colloquio col prefetto (sospensione patente di guida da uno a tre mesi) mi chiedo se fosse possibile evitare tale sospensione.
Inoltre l'illecito amministrativo in questione potrebbe causarmi problemi per concorsi pubblici per aziende municipalizzate o pubbliche?
Inoltre e possibile per me cercare di eliminare i miei dati personali dal CED per l episodio avvenuto a mio carico, dopo tutti questi anni? Grazie mille dell'aiuto, rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento
Cordialmente

 

RISPOSTA

 

Trascorsi 5 anni dall'episodio illecito e dalla redazione del verbale, le relative sanzioni amministrative di cui all'articolo 75 DPR 309/90 sono prescritte, ai sensi dell'articolo 28 comma 1 della legge 689/1981.

Quella sera di oltre 5 anni fa, la polizia ha proceduto alla redazione del
a) verbale di sequestro amministrativo di stupefacente;
b) verbale di contestazione
c) verbale di perquisizione personale.

Tramite il verbale di contestazione la polizia comunicava quanto segue:
1) sarà instaurato carico del trasgressore, da parte della Prefettura competente, relativo procedimento amministrativo, il quale comporterà l’irrogazione, nei suoi confronti, delle sanzioni previste dall’art.75 D.P.R.309/90.
2) tale procedimento amministrativo potrà essere sospeso qualora l’interessato, ove ne ravvisasse l’opportunità dagli organi competenti, richieda di essere avviato ad un programma di recupero.
3) ha possibilità, ai sensi dell’art.18 comma 1 Legge 689/81, di far pervenire, entro trenta giorni dalla contestazione dell’infrazione, alla autorità Prefettizia competente, scritti difensivi ecc.
4) la sostanza stupefacente sarà sottoposta ad analisi, il cui esito verrà comunicato appena possibile. 5) a tal punto avrà la possibilità di chiedere la revisione, ai sensi dell’art.15 comma 1 Legge 689/81 dell’esito delle analisi compiute sulla sostanza.

La norma prevede che entro il termine di quaranta giorni dalla ricezione della segnalazione, il prefetto, se ritiene fondato l'accertamento, adotta apposita ordinanza convocando, anche a mezzo degli organi di polizia, dinanzi a se' o a un suo delegato, la persona segnalata per valutare, a seguito di colloquio, le sanzioni amministrative da irrogare e la loro durata.
Sebbene il termine per la convocazione non sia perentorio, sono ormai trascorsi oltre 5 anni, quindi il verbale deve considerarsi archiviato. Non ti saranno comminate sanzioni amministrative.

Non sussistono problemi per la partecipazione a concorsi pubblici presso aziende municipalizzate.

Non sussistono dati che ti riguardano sul CED per un motivo molto semplice; non è stato adottato il provvedimento amministrativo con il quale la prefettura commina le sanzioni di cui all'articolo 75. E' il provvedimento amministrativo, emesso al termine del procedimento, ad essere oggetto di segnalazione presso il CED. Trascorsi 5 anni dal termine del procedimento amministrativo, è possibile chiedere la cancellazione del provvedimento al CED. Il CED è visibile dalle forze di polizia giudiziaria … non è certam
ente visibile dalle aziende municipalizzate o dalle aziende pubbliche ! Anche in questo caso si tratta di un problema insussistente.

A disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Fonti:

 

Articoli correlati

Isolamento fiduciario covid-19 sanzioni

Isolamento fiduciario covid-19 sanzioni Vorrei invitare la mia fidanzata dalla Russia, utilizzando il decreto del presidente del consiglio del 7 settembre (DPCM proroga misure anti-covid) che...